In un campionato come la Women’s Super League in cui giocano alcune delle migliori attaccanti del mondo come Sam Kerr, Pernille Harder e Vivianne Miedema, c’è un’attaccante che ad oggi ha dimostrato di aver poco da invidiare dal punto di vista realizzativo. Lei è Valérie Gauvin.

L’unica gara in cui la francese non è andata in rete è la sfida con il Tottenham, vinta 1-0 dall’Everton, alla seconda giornata. In quella partita Gauvin aveva giocato però solo 19 minuti.

Dei 4 gol messi a segno, 3 li ha segnati da subentrata. È stato così al suo esordio in WSL contro il Bristol, in cui ha impiegato 19 minuti per trovare il suo primo gol con le Toffees, e poi anche nelle due gare di FA Cup contro Chelsea e Birmingham.

Per ora Gauvin è partita titolare solo una volta, nella vittoria di questo weekend per 0-6 contro l’Aston Villa, segnando al 40’ del primo tempo.

Se la maggior parte dei gol sono arrivati a partita già nettamente a favore dell’Everton, il gol più importante in queste sue prime settimane in Inghilterra è certamente quello che è valso il passaggio del turno nei quarti FA Cup contro il Chelsea.

In 2 occasioni su 4 (contro Chelsea e Aston Villa), l’ex Montpellier ha segnato in tuffo di testa su assist di Hayley Raso. Il passaggio decisivo sulle altre 2 reti, invece, siglate entrambe di destro da dentro l’area, è stato fornito rispettivamente da Lucy Graham contro il Bristol e da Molly Pike contro il Birmingham.

A colpire è soprattutto la media gol dell’attaccante classe ’96 in questo inizio stagione. Contando sia WSL che FA Cup la francese ha giocato 207 minuti segnando 1 gol ogni 51,75 minuti. Se consideriamo solo il campionato la media si abbassa a 1 ogni 69,5 minuti, mentre in FA Cup si alza a 1 ogni 34 minuti.

Numeri che sono al pari, quando non meglio, di altre grandissime attaccanti che militano in Inghilterra.

In campionato, escludendo Jill Roord, che ha una media pazzesca di 1 gol ogni 36,34 minuti grazie alle 2 triplette nelle 2 partite giocate prima di infortunarsi, di fatto solo Vivianne Miedema ha una media migliore di quella di Gauvin, con 1 gol ogni 58 minuti.

Ma se consideriamo sia campionato che FA Cup, Miedema è nettamente dietro Gauvin, con una media di 1 gol ogni 92,8 minuti. Anche un’altra stella come Sam Kerr in WSL viaggia sui ritmi di Miedema, con 1 gol ogni 96 minuti, mentre considerando tutte le competizioni la sua media si abbassa a 1 ogni 133,5 minuti.

Pernille Harder, invece, arrivata al Chelsea a inizio settembre con tutti i riflettori puntati addosso, ha per ora segnato un solo gol in 3 spezzoni di partita, per un totale di 68 minuti giocati in WSL. Un gol in 163 minuti prendendo in considerazione anche la FA Cup.

In fondo Gauvin è una che il feeling col gol lo ha sempre avuto, come dimostrano le 33 reti in 31 partite con il Tolosa (2011-2014), le 67 in 106 gare col Montpellier (2014-20) e i 15 gol in 31 partite con la maglia della nazionale francese in cui milita dal 2015.

Martina Pozzoli