Non sono ancora chiare le nuove misure restrittive riguardanti lo sport che saranno inserite nel prossimo DPCM per limitare e contrastare l’impennata dei contagi da Covid-19.

Il ministero della Salute e il Comitato Tecnico Scientifico sono al lavoro per valutare le azioni da adottare per quanto riguarda gli sport di contatto.

Sul tavolo c’è l’ipotesi di una chiusura totale degli sport dilettantistici. Se così fosse, tra questi rientra anche tutto il calcio femminile.
Nonostante la Serie A e la Serie B siano sotto l’egida della FIGC, in ogni caso si stratta pur sempre di sport non professionistici.

Un provvedimento del genere avrebbe un impatto devastante per tutte le discipline coinvolte, sia che si tratti di Serie A femminile che di campionati di C o regionali e giovanili.

Il ministro Spadafora vorrebbe evitare tale ipotesi e pensa ad una stretta su sport amatoriali ma senza bloccare dilettanti e competizioni giovanili.

Oggi è atteso il confronto Governo-Regioni, un nuovo passaggio con il Cts e poi il ritorno del pacchetto delle misure al Consiglio dei ministri.

Nella primavera scorsa, con la pandemia al suo massimo picco in Italia, tutte le competizioni di calcio femminile furono interrotte. In un primo momento però la Serie A ha provato a riprendere quando la situazione stava via via migliorando sulla scia della Serie A maschile. Ma poi arrivò comunque lo stop al campionato.

Foto: AC Milan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *