Nella seconda giornata di WSL vincono le big Arsenal, Chelsea e Manchester United, mentre il Manchester City non va oltre il pareggio col Brighton.

La seconda giornata si è aperta sabato con la sfida tutta londinese tra West Ham e Arsenal, vinta dalle Gunners con un secco 1-9. Al vantaggio ospite con Jill Roord (23’) risponde Kenza Dali (27’), poi inizia il dominio della squadra di Joe Montemurro, facilitato dall’espulsione di Gilly Flaherty (34’): al 34’ Miedema riporta avanti l’Arsenal, poi seguono i gol di Kim Little (40’), Beth Mead (42’), ancora Roord (52’ e 56’) e Miedema (54’) e infine Leah Williamson (72’) e Caitlin Foord (86’).

Per l’Arsenal sono 15 gol segnati nelle prime 2 giornate. Di questi, 10 portano la firma olandese.

Pioggia di gol anche nella sfida dell’ora di pranzo di oggi tra Bristol City e Chelsea, che si impone 0-9. Le campionesse d’Inghilterra in carica chiudono il match già nel primo tempo, concludendo la prima frazione di gioco sullo 0-5 con gol di Fran Kirby (15’), Maren Mjelde su rigore (31’), Melanie Leupolz (34’), Erin Cuthbert (36’) e Millie Bright (40’).

Nel secondo tempo arrivano anche i gol di Bethany England (66’), Niamh Charles (69’), il primo gol di Pernille Harder con la maglia delle Blues (73’) e Sam Kerr (86’).

Il Manchester City, invece, non riesce a trovare il gol e si fa bloccare sullo 0-0, in casa, dal Brighton & Hove Albion. Nonostante l’ampio possesso palla e le tante occasioni create le Citizens non riescono a sfondare il muro difensivo del Brighton.

Everton-Tottenham finisce 1-0. Alle padrone di casa basta il gol di Izzy Christiansen al 51’ per piegare le Spurs.

Tanti gol e capovolgimenti di fronte in Birmingham-Manchester United. Le Red Davils passano subito in vantaggio con un gol di Jane Ross al 5’, ma le padrone di casa pareggiano con Claudia Walker (14’) e poi passano avanti grazie a un autogol di Abbie McManus (27’).

Al 36’ lo United trova il 2-2 con un bel calcio di punizione di Katie Zelem e passa nuovamente in vantaggio a inizio ripresa con Ella Toone (47’). Poi Kirsty Hanson firma una doppietta (60’ fe 79’), che porta sul 2-5 la squadra di Casey Stoney.

Vince anche il Reading, che si impone 3-1 senza troppi problemi sul neopromosso Aston Villa. Il Reading, di fatto, archivia già la pratica nel primo tempo con i gol di Amalie Eikeland (24’), Lauren Bruton (40’), Fara Williams su rigore (45+3’). Al 79’ l’Aston Villa accorcia le distanze grazie al calcio di rigore segnato da Stine Larsen.

Dopo 2 giornate in testa al campionato a punteggio pieno troviamo Arsenal ed Everton, con le Gunners davanti in virtù di una migliore differenza reti.

Seguono a quota 4 punti Chelsea, Manchester United, Brighton e Manchester City. a 3 punti, invece c’è il Reading. Ferme a 1 punto Tottenham e West Ham, mentre restano ancora a 0 Aston Villa, Birmingham e Bristol City.

La WSL riprenderà il weekend del 3-4 ottobre, dopo la pausa per le nazionali.

Martina Pozzoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *