L’attaccante inglese Rachel Daly, capitano dello Houston Dash, non esclude la possibilità di giocare in prestito nella Women’s Super League.

Conclusa la NWSL Challenge Cup, vinta proprio dalle Dash, la NWSL potrebbe non tornare prima dell’aprile 2021.

Questo spinge Daly ad aprire alla possibilità di tornare a giocare in patria. “Potrebbe esserci un’opportunità di prestito per alcuni mesi fino a gennaio. Non posso non giocare per 8 mesi” ha spiegato l’attaccante classe ’91 alla BBC. “Sarei aperta ad andare ovunque e fare una nuova esperienza”.

L’alternativa è rimanere negli Usa e allenarsi con la squadra, eventualmente disputando delle partite amichevoli.

Daly ha anche detto di aver ricevuto offerte da importanti club inglesi per trasferirsi definitivamente in Inghilterra, ma non ritiene che sia il momento giusto: “È sempre nella mia mente [il pensiero di tornare in Inghilterra] e mai dire mai, ma deve essere il momento giusto e devo sentirmi pronta”.

Daly ha giocato negli Stati Uniti negli ultimi 8 anni. Prima di essere selezionata dalle Dash nel College Draft 2016, infatti, l’attaccante inglese ha indossato la maglia della squadra dell’università St. John’s a New York tra il 2012 e il 2015.

“La mia vita è stata negli Stati Uniti negli ultimi 8 anni. Ho trascorso i miei 20 anni qui e sono maturata e cresciuta qui” ha detto Daly.

Martina Pozzoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *