Parte bene la squadra di Guarino che passa per due reti a zero a spese dell’Hellas Verona

Ripartono dallo stesso campo in cui le avevamo lasciate le campionesse italiane in carica. Nella prima giornata del campionato di Serie A 2020/2021, la Juventus sfida l’Hellas Verona in un Sinergy Stadium a porte vuote.

Primo tempo scarno di occasioni, con la Juventus che si spinge in attacco senza fortuna con Galli e Girelli nei primi minuti di gioco, senza però impensierire la difesa gialloblù.

Rischia la Juventus con un azzardato retropassaggio per Giuliani, pronta però Sembrant a mettere una pezza al successivo tentativo di incursione dell’Hellas.

Altre due buone le bianconere le hanno intorno al quarto d’ora con Boattin che colpisce il palo su punizione defilata dal limite dell’area. Interviene senza problemi Durante sul tentativo di ribattuta in rovesciata di Rosucci. Non cambia invece le sorti del match il gol di Zamanian, il cui fuorigioco era già stato segnalato dal direttore di gara.

Primo vero tentativo dell’Hellas con Papaleo, che prova ad infilare in dribbling la difesa bianconera, che poi però si chiude sull’attaccante gialloblu. Altra ottima occasione sempre su iniziativa di Papaleo che intercetta il pallone a centrocampo e apre sulla sinistra per la discesa di Jelenčić che calcia di poco sopra la traversa.

Sullo scadere del primo tempo, su cross di Rosucci, Bonansea trova di testa il palo e Girelli non riesce ad infilare il tap-in vincente. Le squadre tornano negli spogliatoi con il risultato ancora sullo 0-0, con la Juventus poco incisiva e con la difesa dell’Hellas che riesce bene ad arginare le attaccanti bianconere.

Ad inizio del secondo tempo cartellino giallo per Sara Mella per un fallo su Bonansea al limite dell’area gialloblù. Boattin però spreca alta la punizione. Al 9′ della ripresa, su calcio d’angolo battuto da Zamanian, un’uscita infelice di Durante lascia libera Girelli che insacca di testa siglando l’1-0. Passano solo pochi minuti e le bianconere trovano il raddoppio con una conclusione di Caruso dall’area piccola.

Buon tentativo per l’Hellas Verona al 70′ con Colombo, che ribatte alto la punizione dal limite conquistata dalle compagne. A dieci minuti dalla fine Giuliani abbatte Bragonzi in area conquistando un rigore, ma Sardu dal dischetto calcia alto sopra la traversa.

Dagli sviluppi di un calcio d’angolo all’83’, Bonansea trova il secondo legno della giornata tentando di ribattere in porta con un bel pallonetto deviato da Durante.