Elena Linari, nella giornata di ieri ha firmato un contratto fino al 2022 con il Bordeaux.

Un’operazione di mercato, anticipata da L Football, partita da lontano e arrivata alla conclusione dopo mesi di trattative.

Ieri la presentazione ufficiale nella sede del club francese. Insieme alla calciatrice toscana, erano presenti il direttore sportivo Ulrich Ramé, ex portiere della Nazionale francese, e il presidente del Bordeaux Frédéric Longuepee.

Progetto importante quello della società francese che punta moltissimo sul calcio femminile con l’obiettivo di ridurre le distanze dai top club Lione e Paris Saint-Germain.

La nomina di Ulrich Ramé ne è una conferma. Ex calciatore ed ex allenatore del Bordeaux, Ramè è una leggenda per il club. Affidare a una figura così importante la costruzione e gestione del team femminile non fa che accrescere le ambizioni della società.

Non è stata un’operazione di mercato semplice e nemmeno una trattativa lampo. Ci sono voluti diversi mesi per trovare l’accordo, ma tutto è partito dalla volontà di Elena Linari di lasciare l’Atletico Madrid.

Diverse le motivazioni che hanno spinto il difensore della nazionale italiana a lasciare Madrid e lanciarsi in una nuova sfida professionale.
Ma alla base della scelta di Elena ci sono le divergenze con lo staff tecnico dell’Atletico Madrid. La decisione è maturata durante il lockdown, e l’entourage della giocatrice ha iniziato sin da subito a sondare il terreno per trovare la giusta collocazione.

Inizialmente l’Atletico ha alzato un muro, forte di un contratto con Elena Linari blindato fino al 2022. Ma la ferma volontà del difensore italiano di lasciare la squadra, ha portato alla fine le parti a trovare un accordo.

L’ottimo lavoro di mediazione svolto da Studio Assist & Partners ha permesso di trovare la giusta soluzione. L’agenzia italiana è attiva da tantissimi anni nel mondo del calcio femminile attraverso un lavoro, fatto di competenza e professionalità, molto apprezzato anche in Europa.

Alcune proposte erano arrivate anche dall’Inghilterra, ma non sono state ritenute in linea con le esigenze e la fama della calciatrice.

Il progetto del Bordeaux piace molto a Elena e l’idea di confrontarsi con alcune delle più forti attaccanti al mondo stimola la sua voglia di crescere e migliorare, insita nel suo carattere.

Per la calciatrice nata a Fiesole si apre così un nuovo capitolo della sua vita calcistica. Dopo aver vinto in Italia e in Spagna coppe e titoli nazionali, Elena è pronta a inseguire nuovi successi in terra di Francia, dove lo scorso anno ha ben figurato con la maglia dell’Italia al Mondiale.

Non sono mancate le offerte dalla Serie A. Due grandi club si erano mossi per riportare Linari in patria, ma la voglia di proseguire un percorso professionale all’estero, in uno dei campionati più importanti d’Europa, è stata determinante.

Giuseppe Berardi
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *