La NWSL Challenge Cup perde una delle sue stelle. L’attaccante dell’OL Reign Megan Rapinoe, infatti, non prenderà parte alla competizione.

A dare la notizia è stato Farid Benstiti, l’allenatore dell’OL Reign, che a proposito della scelta della vincitrice del Pallone d’Oro 2019 ha commentato: “È un peccato. Capisco le sue motivazioni ma sono deluso e frustrato dal fatto che non sarà con noi per disputare questo torneo”.

Il tecnico Benstiti ha sottolineato comunque l’importanza dell’attaccante californiana per la squadra: “Megan è importante per il gruppo e avremmo potuto fare qualcosa di importante con il club se lei si fosse unita al resto del gruppo. Ci mancherà molto ma mancherà anche al calcio femminile”.

Megan Rapinoe non sarebbe l’unica a non voler prendere parte alla Challenge Cup. Secondo il quotidiano francese Le Progrès, tante altre giocatrici della USWNT, di cui non sono stati resi noti i nomi, non sarebbero intenzionate a partecipare al torneo perché preoccupate sia dalla potenziale diffusione del Covid-19, sia per il programma compresso e quindi l’aumento del rischio di infortuni.

Tutte le calciatrici della NWSL hanno avuto la possibilità di astenersi dalla partecipazione alla competizione, senza alcun impatto sul loro stato contrattuale o sui benefici.

Martina Pozzoli