È andato in scena ieri il primo evento Esports che ha coinvolto il calcio femminile. Sette giocatrici di Serie A, insieme ai player di Exeed, hanno sfidato nella modalità Pro Club di FIFA, la community di gaming.

Tante le risate durante le partite e c’è stata anche una parte di talk e approfondimento dove le calciatrici hanno toccato temi legati ai due mondi, per certi versi simili: il calcio femminile e la galassia Esports.

Nicole Lauria, portiere del Sassuolo, è stata protagonista in campo parando e respingendo i tanti assalti verso la sua porta. Questo non sorprende, perchè Nicole, tra tutte, è le più esperta di gaming competitivo e live streaming su Twitch.

“È stato un bel evento, sicuramente da riproporre anche con modalità diverse – queste le parole del portiere neroverde dopo l’evento – Vanno ringraziati in primis gli organizzatori che hanno proposto questa iniziativa per offrire una piattaforma dove dare voce al calcio femminile, oltre che i players che ci hanno messe a nostro agio fin da subito”.

Con la Serie A ferma ai box, le ragazze hanno potuto respirare, anche se in modo virtuale, l’ebbrezza della competizione. Maria Luisa Filangeri ha dichiarato: “È stata una bella esperienza, un’occasione per stare insieme virtualmente, divertirsi e scendere in campo in un modo inedito”

Claudia Ferrato ha mancato l’appuntamento con il gol, così come la compagna di reparto Valeria Pirone, ma entrambe si sono viste sventolare sul monitor il cartellino rosso.

“È stata sicuramente un’esperienza nuova dove si sono uniti due mondi, il calcio femminile e l’eSport, che in passato avevano interagito poco”. Ha detto Ferrato aggiungendo anche: “Mi scuso con i miei compagni per l’espulsione che durante la seconda partita li ha lasciati soli (ride).

Giorgia De Vecchis dell’Empoli Ladies ha aggiunto: “È stato molto divertente giocare online con i ragazzi del team exeed. È sempre bello creare delle sinergie con mondi diversi e avere l’opportunità di far conoscere la nostra passione. Nel calcio femminile c’è bisogno di combattere diversi pregiudizi, eventi come questi vanno in quella direzione e sono sempre molto positivi”

Siamo abituati a vedere Serena Ceci correre su e giù per la fascia sui campi reali ma ieri la calciatrice della Florentia San Gimignano, all’occorrenza ha dovuto ricoprire più ruoli. In merito all’esperienza vissuta ha detto: “Il progetto organizzato da L Football insieme ai giocatori di exeed è stata una bella iniziativa! Io sinceramente conoscevo ben poco del mondo dei giocatori FIFA ed è stata una piacevole sorpresa, anche se all’inizio ero un po’ titubante non conoscendo praticamente niente del loro mondo anche se per moltissimi aspetti molto simile al nostro e affiancarmi a giocatori professionisti mi metteva un po’ di dubbi. Non si trattava di giocare in mezzo al campo ma di usare un joystick e io personalmente non è che sia molto esperta, soprattutto a FIFA. Devo dire che sono stati molto simpatici e ci hanno aiutato anche a smorzare un po’ la timidezza iniziale”.

Ceci ha voluto anche ricordare come sia stato bello risentire le colleghe e poter giocare insieme a loro senza doverle marcare o affrontarle da avversaria. “È stato anche un piacere giocare insieme nella stessa squadra con ragazze che comunque in campo sono avversarie. Con almeno 3 di loro mi sono trovata più volte a marcarle in campo e ovviamente ad avere quella sana rivalità che ognuna di noi ha mentre gioca una partita e mi ha fatto piacere aver riso e scherzato con loro. È stata una bella esperienza che rifarei volentieri”

“Siamo molto soddisfatti di questa prima edizione di Lady Esports, come tutti gli esordi c’erano attesa ed emozione ma l’evento si è dimostrato un successo” – dichiara Federico Brambilla, CEO e co-founder di Exeed – “Le ragazze sono state bravissime, e hanno contribuito ad aprire la strada per un nuovo format che avrà sicuramente seguito. E’ stata un’idea vincente, resa possibile da un’ottimo lavoro di squadra. Ringrazio L Football e le società di Serie A che hanno partecipato, sicuro che questo sia solo il primo passo di un lungo cammino del calcio femminile negli Esports”.  

Giuseppe Berardi
© RIPRODUZIONE RISERVATA