Il portiere giapponese Kanae Fukumura, in forza al Real Oviedo femenino, ha raccontato di esser stata vittima di insulti razzisti nei giorni scorsi.

A causa del diffondersi del coronavirus sono aumentati purtroppo gli episodi di razzismo, in particolare nei confronti di persone di origine asiatica.

Kanae Fukumura, con profonda tristezza, ha scritto sui social che un uomo le ha urlato di andarsene via, definendola coronavirus.
Mentre una madre con i figli si allontanava e quest’ultimi ridevano della giocatrice.

Sono scene che non vorremmo mai vedere, gesti e parole che ci riportano alla condizione dell’uomo primitivo, cancellando anni di civiltà.

La calciatrice giapponese ha poi aggiunto di essere molto triste e di voler tornare in Giappone.