L’attaccante del Chelsea Fran Kirby ha rivelato di aver pensato al ritiro a causa della pericardite.

Kirby non scende in campo dalla partita tra Chelsea e Manchester United del 17 novembre scorso, quando le è stata diagnosticata una pericardite, causata dall’infiammazione del pericardio, struttura che protegge il cuore, che le causava “dolori molto forti al petto”.

“È stato un po’ spaventoso” ha proseguito “Penso di aver affrontato davvero bene la malattia, ma sono arrivata a una fase in cui pensavo ‘Non so come sia sentirsi normali. Non so come sia svegliarmi la mattina, sentirmi un essere umano e non sentirmi come se stessi lottando per scendere le scale o dovermi sedere a metà scala’”.

“È stato tutto così estremo. Non mi era permesso di fare una passeggiata, non mi era permesso di fare nulla che potesse stressarmi, dovevo sdraiarmi sul divano. Per 2 mesi” ha detto sempre nel live su Instagram.

Kirby ha tenuto nascosta l’entità della sua malattia fino a febbraio, quando il Chelsea ha pubblicato un’intervista in cui parlava della diagnosi.

Fran Kirby, nella diretta Instagram con Alex Scott, ha detto: “La situazione è cambiata nelle ultime settimane, ovviamente, perché ora mi sento meglio. Ma probabilmente sono stata sul punto di chiamare [l’allenatrice del Chelsea] Emma Hayes e [il ct inglese] Phil Neville tante volte per dire ‘Ho chiuso’”.

La giocatrice classe ’93 si sta ancora riprendendo dalla malattia: “Ho ancora alcuni sintomi ma è meglio di quello che ero. Sto cercando di prenderlo giorno per giorno”.

Martina Pozzoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *