FIFPRO, il sindacato internazionale dei calciatori e delle calciatrici, ha pubblicato Raising Our Game, un report, realizzato in collaborazione con KPMG, sul calcio professionistico femminile.

Lo studio pone al centro la crescita e l’evoluzione del calcio delle donne e analizza i dati relativi agli spettatori allo stadio, al pubblico televisivo e al mercato delle sponsorizzazioni.
Inoltre vengono descritte le condizioni delle calciatrici a livello di club e nazionale.

La pubblicazione di Raising Our Game era originariamente prevista per febbraio 2020, ma è stato rinviato a causa dello scoppio della pandemia da coronavirus.

FIFPRO ha deciso di renderlo pubblico in questo periodo di emergenza per sottolineare l’importanza che tali informazioni possono dare al sistema calcio femminile.

Jonas Baer-Hoffmann, segretario generale di FIFPRO, ha dichiarato: “Siamo consapevoli di rilasciare questo rapporto in un momento estremamente incerto e preoccupante, tuttavia abbiamo una responsabilità nei confronti dei calciatrici che rappresentiamo per tracciare la strada da seguire per loro e il loro settore”.

“Siamo impegnati a lavorare con tutte le parti interessate per rilanciare il settore dopo la pandemia di coronavirus. Le calciatrici che rappresentiamo dedicano tanto tempo ed energia al gioco, e spesso sono poco remunerate e loro devono essere al centro di questo processo di ricostruzione”.

Nello specifico il report tratta i seguenti temi:

  • Standard minimi occupazionali globali, che garantiscono alle giocatrici professioniste di disporre di contratti, compensi, carichi di lavoro, ambienti di formazione adeguati, misure di salute e sicurezza, libertà di associazione e tutele.
  • Standard minimi globali nei tornei internazionali per garantire le calciatrici possano partecipare a competizioni globali d’élite – sia club che nazionali – su un piano di parità sulla scena mondiale.
  • La contrattazione collettiva come standard industriale universale in modo che le calciatrici di tutto il mondo abbiano voce in capitolo nello sviluppo del loro sport.
  • Nuovi format e programmi delle competizioni per club e per squadre nazionali che possano consentire alle giocatrici di godere di una carriera lunga e sostenibile,

La ricerca su Raising Our Game mostra il crescente interesse commerciale nel calcio femminile. Il gioco ha attirato sponsor di alto profilo e nuovi investitori ed è cresciuto l’interesse dei media per le principali competizioni. 

Il salario del club delle giocatrici della nazionale femminile è aumentato. La media del salario mensile delle calciatrici nazionali intervistate è di 4.123 euro.

PER SCARICARE IL REPORT COMPLETO CLICCA QUI

Giuseppe Berardi
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *