Dopo che la Federazione spagnola ha sospeso a tempo indeterminato tutti i campionati di calcio a causa della pandemia Covid 19, i club femminili dello Sporting Huelva e Granadilla Tenerife hanno chiesto di poter sospendere i contratti attraverso un procedimento chiamato ERTE (expediente de regulacion temporal).

Tramite questa procedura – prevista dallo Statuto dei lavoratori e richiamata anche nel Decreto Legge del 17 marzo 2020 firmato dal Governo spagnolo pochi giorni fa – i datori di lavoro possono infatti sospendere il contratto al lavoratore o ridurgli la giornata di lavoro per motivazioni economiche, tecniche, organizzative , di produzione oppure derivanti da causa temporali di forza maggiore.

La sospensione tuttavia non è automatica : infatti per attuare questa procedura la società richiedente deve avviare una specifica richiesta fornendo una relazione dettagliata in cui spiega come – nel caso specifico – a seguito della pandemia Covid 19 ci sia stata una perdita di liquidità ed una riduzione di attività tale da giustificare la sospensione.
Tale richiesta deve essere comunicata sia alle giocatrici che ai sindacati di categoria oltre che alle Autorità competenti le quali devono decidere se concederla o meno.

I due club – in due distinte note ma molto simili nel contenuto – spiegano come le proprie attività siano completamente ferme, essendo sospese sia partite che allenamenti.

Inoltre temono perdite economiche importanti, in quanto i pagamenti relativi ai contratti di sponsorizzazione al momento non sono garantiti.

Sara Messina
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *