Lo slittamento di un anno delle Olimpiadi di Tokyo mette a rischio la partecipazione di molti atleti per via dell’età. Non sembra così per Miraildes Maciel Mota, per tutti semplicemente Formiga.

La centrocampista brasiliana nel 2021 avrà 43 anni e non ha nessuna intenzione di mancare all’appuntamento olimpico: “Il mio piano è quello di essere alle Olimpiadi di Tokyo del 2021. Continuo ad allenarmi, dedicandomi al calcio come ho fatto negli ultimi anni e lavorando come se i Giochi fossero stati quest’anno”.

“Ovviamente non dipende solo da me” ha aggiunto la giocatrice del Psg riguardo alla sua presenza a Tokyo “Da parte mia sto facendo di tutto e quindi credo che le mie possibilità saranno più alte”.

Formiga è l’unica giocatrice ad aver disputato tutte e 6 le Olimpiadi dal 1996, anno in cui è stato introdotto il calcio femminile. Quella del prossimo anno potrebbe essere la settima. Nelle sue 6 partecipazioni ha vinto due argenti consecutivi nel 2004 e nel 2008.

Inoltre, se prendesse parte a Tokyo 2021 diventerebbe, con i suoi 43 anni, la più vecchia calciatrice a scendere in campo in una competizione olimpica, battendo il record della sua connazionale Meg. Quest’ultima il 1o agosto 1996 giocò contro la Norvegia all’età di 40 anni e 213 giorni.

Formiga detiene già il record di giocatrice con maggiori partecipazioni alla Coppa del Mondo (7, dal 1995 al 2019) e quello di giocatrice più anziana nella storia della competizione (41 anni e 112 giorni).

Inoltre, essendo classe 1978, Formiga è l’unica calciatrice verdeoro in attività ad essere nata quando in Brasile era ancora illegale per le ragazze giocare a calcio. Il divieto è stato poi tolto nel 1981.

Martina Pozzoli
© RIPRODUZIONE RISERVATA