Torna la rubrica Wonderkid, alla scoperta dei migliori talenti del calcio femminile al di sotto dei 23 anni.

Se ad un tifoso del PSG chiedessimo i primi due pensieri associati all’anno 1998 molto probabilmente ci risponderebbero la vittoria del Mondiale da parte della Francia e la nascita di Kylian Mbappe.

Quello che alcuni potrebbero non sapere è che 21 inverni fa nacque un altro caposaldo attuale del club parigino: Marie-Antoinette Katoto. Oltre all’anno di nascita, i due attaccanti d’oltralpe condividono la precocità nel raggiungere i grandi palcoscenici e il futuro lucente.
Colombes, nei sobborghi di Parigi, è il luogo che ha dato i natali a Marie-Antoinette Katoto e dove la calciatrice ha mosso i suoi primi passi dal 2005. A tredici anni venne acquistata dal Paris Saint-Germain, che intravide sin da subito le sue qualità. L’esordio ufficiale avvenne in una partita decisiva, giusto per sottolineare la fiducia del club nei suoi confronti.

La gara in questione si tenne il 26 Aprile 2015 contro il Wolfsburg, ritorno della semifinale di UEFA Women’s Champions League. Il PSG fu eliminato, ma Katoto si conquistò la possibilità di debuttare dal primo minuto il weekend successivo contro il Rodez.
Per dimostrare che la fiducia era ben riposta, rispose con un gol all’esordio. Da quel giorno ha disputato più di 80 partite e 75 reti con il PSG. Il più importante fu quello realizzato contro il Lione nella finale della Coppa di Francia, decisivo per la vittoria della sua squadra.

Katoto ha vestito le maglie di tutte le selezioni giovanili francesi. Il miglior risultato ottenuto fu la vittoria dell’Europeo Under 19 nel 2016 in Slovacchia. L’attaccante fu eletta miglior giocatrice del torneo e vinse il premio di miglior goleador grazie a sei reti.

L’esordio in Nazionale maggiore avvenne il 10 Novembre 2018, ben tre stagioni dopo la sua prima partita con il PSG. Il commissario tecnico della nazionale transalpina, Corinne Diacre, ha criticato più volte pubblicamente l’atteggiamento e l’impegno di Katoto. Per questo motivo la giovane non è stata convocata agli scorsi Mondiali casalinghi, nonostante avesse segnato 28 reti in 30 partite con il suo club.

Poche al mondo hanno le caratteristiche di Katoto. L’attaccante francese abbina tecnica e velocità, rendendola difficilmente marcabile dalle avversarie.

Dopo la delusione estiva è ripartita con nove gol in dodici gare nella nuova stagione, con la ferrea volontà di dimostrare a tutto il mondo di poter competere con le migliori in circolazione.