Nel match clou dei quarti di finale di Coppa Italia la Fiorentina Women’s ha battuto il Milan al Brianteo di Monza col punteggio di 2-1.

Una gara vinta in rimonta per le ragazze allenate da mister Cincotta. Al vantaggio iniziale firmato da Deborah Salavatori Rinaldi, ha risposto Alia Guagni. Entrambe le giocatrici erano andate a segno anche nella gara di campionato terminata 1-1 al Bozzi di Firenze.

A cambiare un copione che sembrava già scritto, ci ha pensato la calciatrice più talentuosa della rosa viola. Su un calcio d’angolo battuto dalla Fiorentina, il portiere rossonero Korenciova respinge coi pugni la palla che finisce nella mattonella del campo dove staziona Tatiana Bonetti. La numero dieci controlla la palla con un tocco delicato che è solo il preludio al bellissimo tiro di sinistro al volo che non lascia scampo a nessuno. La palla è come un missile e Tatiana non ha nemmeno bisogno di attendere che la rete si gonfi, sta già correndo verso la panchina a festeggiare. Ci sono dei gol che sai già di aver realizzato nel momento stesso in cui colpisci la palla.

La calciatrice viola di gol ne ha fatti tanti in carriera ma quest’anno sembra aver raggiunto quella maturazione calcistica che le permette di essere decisiva e al tempo stesso spettacolare.
Sono poche le calciatrici in Serie A che possono vantare un feeling così forte tra il proprio piede e la palla.

In tanti vorrebbero vedere Bonetti in maglia azzurra, ma questa….. è un’altra storia.

Giuseppe Berardi