Una festa per Elena Linari, ma anche per tutto il movimento del calcio femminile: si potrebbe definire così il Linari Day, l’evento organizzato da Studio Assist & Partners che si svolgerà lunedì 24 febbraio, presso il Tuscany Hall di Firenze e che avrà come protagonista assoluta il difensore dell’Atletico Madrid e della Nazionale.

Abbiamo raggiunto il fondatore di Studio Assist & Partners, Alessandro Orlandi, per farci raccontare come si svolgerà il primo Linari Day e cosa dobbiamo aspettarci: “Abbiamo voluto concentrare in un’unica serata diversi aspetti. Inizieremo con la presentazione del nuovo sito internet e del logo ufficiale di Elena, cercando di proseguire sul format lanciato verso la fine del 2018 con l’evento dedicato a Romulo. La volontà è quella di avvicinare l’atleta al pubblico, in modo da far conoscere anche la persona oltre che le prestazioni sul campo e il palmares di carriera”.

Cosa accadrà nel dettaglio?
“Il 24 febbraio, Firenze riabbraccerà finalmente il suo miglior talento cittadino del calcio in rosa, che da ormai due anni ha fatto il grande salto verso il professionismo accettando la proposta dell’Atletico Madrid. Elena Linari sicuramente rispecchia perfettamente l’identikit di una persona con forti valori e una storia da raccontare, oltre che essere una giocatrice di grande spessore tecnico e di fama internazionale. Sarà la festa di Elena, ma anche di tutto il calcio femminile italiano in grande ascesa”.

Immaginiamo che ci saranno molti ospiti. Può anticiparci qualcosa?
“La lista degli invitati è rigorosamente top secret (ride, ndr). Posso solo dirvi che stiamo allestendo una line up di tutto rispetto, con personaggi del calcio maschile, femminile, ma anche dello spettacolo e le autorità della città di Firenze che da sempre hanno un grande e forte legame con Elena”.

Studio Assist & Partners è da sempre in prima linea nello sviluppo del movimento del calcio femminile.
“Fin dal 2015, quando come Studio abbiamo deciso di entrare nel calcio femminile, abbiamo voluto dare massima importanza alla persona, senza speculazioni, curando le calciatrici a 360º e investendo in un movimento ai tempi ancora poco attenzionato. Questa è stata la chiave delle nostre costanti soddisfazioni in questo settore”.

Con questo evento dimostrate, ancora una volta, di non essere solamente la classica “agenzia di procuratori” ma un’azienda in grado di offrire un servizio più che mai diversificato ai propri assistiti.
“L’ho detto più volte e lo voglio ribadire, oggi i calciatori e le giocatrici sono delle vere media company. Sta a noi fare in modo che la comunicazione verso i tifosi, anche con e verso gli sponsor avvenga nel modo più appropriato. Siamo una struttura con più professionisti e competenze sotto uno stesso tetto. La nostra mission è dare un valore aggiunto all’atleta rispetto ai suoi bisogni collegati. Il mercato sta andando verso un’intermediazione spinta, ma il nostro studio ha deciso di andare nella direzione opposta. Ci muoviamo esclusivamente su rapporti di qualità e/o sull’erogazione di servizi personalizzati, come dimostrato dal Linari Day e da molti altre iniziative intraprese per i nostri assistiti in questi anni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *