Ashlyn Harris e Ali Krieger, royal couple del calcio statunitense, si sono finalmente sposate, fra calzini spaiati, calzoncini, torte arcobaleno e paiette

Prima di Harry e Meghan, prima anche dei Ferragnez, c’erano loro: le Krashlyn.

Ashlyn Harris e Ali Krieger, rispettivamente portiera e difensora dell’Orlando Pride, si sono conosciute nel 2010 grazie alla nazionale USA. Da subito è nata un’evidente intesa e pian piano hanno iniziato a passare sempre più tempo insieme.

I fans hanno iniziato a shipparle, che in gergo millennial non significa rubare loro la borsetta sul tram, bensì vederle bene insieme e sperare in una relazione fra le due (per dirla con un eufemismo, perché spesso si passa agli estremi di cui sotto).

“Questa è la prima volta che vediamo Ali e Ash baciarsi in bocca e sono emotivamente sconvolta!!! Stanno così bene ed è tutto bellissimo e mi sta per esplodere il cuore.”

Dopo una lunga serie di indizi e le instancabili indagini dei fans nel corso degli anni, le prime conferme semi-ufficiali riguardo a una presunta relazione hanno iniziato ad arrivare nel 2015, quando le due hanno iniziato a presentarsi agli eventi ufficiali in coppia, ma soprattutto nel novembre del 2018, quando hanno pubblicato foto insieme con frasi e dimostrazioni d’affetto sempre più esplicite.

Finché finalmente la conferma ufficiale è arrivata col botto: a marzo di quest’anno, hanno fatto sapere al mondo intero che si sarebbero sposate.

Ashlyn ha raccontato a Vogue di aver fatto la proposta ad Ali durante un weekend a Clearwater Beach, appena dopo l’ultima partita della stagione con l’Orlando Pride.

“È stata dura, perché non volevo deluderla”, ha detto Ash. “Volevo che fosse qualcosa di spettacolare. Ma volevo anche fare in modo che fosse naturale, in linea con noi due, non sdolcinato, né niente del tipo scritte-in-cielo, fuochi d’artificio, o cose così.”

Alla fine Ashley ha semplicemente tirato fuori l’anello (che si portava sempre dietro ormai da tempo) mentre si stavano facendo un selfie al tramonto.

“Lei ha detto: ‘Smettila, che fai? Tira giù la mano!’ e poi ha visto l’anello. È stato un momento incredibile.”

Ovviamente i fans sono impazziti. La gioia è probabilmente un po’ quella che proverebbe, ad esempio, un terrapiattista svegliandosi un mattino e leggendo sul giornale “CONFERMATO: L’AUSTRALIA NON ESISTE”. O quella che proveremmo se gli sceneggiatori di Xena finalmente ci dicessero: “Sì, non eravate pazzi, avevate ragione, Xena e Olimpia stavano insieme”. Insomma, una gioia mista a orgoglio e soddisfazione. Con anche un pizzico di “Lo dicevo, io!”

E finalmente il grande giorno è arrivato. Ashlyn e Ali si sono scambiate i voti di fronte a Sydney Leroux (che ha letto la sentenza della corte suprema che ha introdotto il matrimonio egualitario negli USA), circondate dalle persone che le amano, fra cui ovviamente anche tantissime colleghe.

Ali indossava uno stupendo abito bianco Pronovias, mentre Ashlyn faceva sfoggio di un completo realizzato per lei da Thom Browne, composto da giacca e pantaloncini simili a quelli che aveva indossato agli ESPYs, oltre a delle eccentriche calze asimmetriche da cui spuntavano i suoi caratteristici tatuaggi.

Alla location avrebbe dato dieci (anzi, diesci) persino Alessandro Borghese: si tratta di una villona in stile Rinascimento italiano. L’atmosfera era a dir poco pittoresca e le due calciatrici sembravano due dee greche magicamente trasportate nel 2070.

Per rendere l’idea di quanto realmente ogni dettaglio fosse curato, una chicca: per i nomi dei tavoli a cui sedevano gli ospiti erano stati scelti i nomi di personaggi importanti del mondo dell’attivismo LGBTQ e del femminismo, tra cui ad esempio Marsha P. Johnson, Harvey Milk e Billie Jean King.

Per concludere in bellezza, poi, la torta arcobaleno e delle scene memorabili sulla pista da ballo, con tanto di stage dive da parte di Krieger.

L’elemento comune a tutti i momenti della cerimonia è stato uno: il costante scambio di sguardi carichi d’amore fra le due. Dunque la morale di quello che sembra davvero un bellissimo film a lieto fine è che l’amore trionfa sempre. Ma soprattutto che le teorie complottistiche dei fans su tumblr hanno sempre ragione.

L’esclusiva delle riprese e dei servizi fotografici è stata venduta al magazine People, ma abbiamo intanto un video con gli highlights del matrimonio. Di seguito vi lasciamo anche le principali perle regalateci dagli account dei fans su Twitter e Tumblr.

https://equal-pay.tumblr.com/post/189928566259/soookrashlyn-just-ended-homophobia-crystal

“E quindi… Le Krashlyn hanno appena debellato l’omofobia.”

La profezia si è avverata.
Ali: “Se pari questo rigore, ti lascio indossare dei pantaloncini al nostro matrimonio.”
Ash: “Non dire altro.”
“Ho visto queste due maturare e diventare delle calciatrici formidabili e delle donne stupende. Ancor prima che fossero dichiarate, ho notato l’amore che provavano l’una per l’altra e ho deciso di shipparle. La mia ship è andata avanti per un decennio e ora si stanno sposando. Congratulazioni, Ashlyn e Ali.”

Martina Cappai

One comment

Il Royal Wedding del calcio femminile è anticonformista e queer al punto giusto

  1. Xena e Olimpia (Gabrielle nella versione ufficiale) stavano insieme. Lo hanno confermato writers, producers e anche le stesse attrici. Non potevano essere più espliciti di come erano perché erano gli anni 90 ma… Ci sono le interviste a Lucy Lawless, Renèe O’ Connor, Liz Friedman, Robert Tarpet, Michael Hurst, Steven L. Sears and RJ che confermano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *