Il Consiglio Federale della FIGC, che si è riunito oggi, ha approvato il budget per l’anno 2020.

Nel corso del Consiglio, il presidente Gabriele Gravina ha presentato al Comitato di Presidenza un piano di sviluppo complessivo del sistema basato su tre pilastri fondamentali: il calcio femminile, il calcio giovanile e l’impiantistica sportiva.

Il progetto è finalizzato alla crescita qualitativa e quantitativa investendo risorse e stimolando le società attraverso un processo di responsabilizzazione e coinvolgimento, attraverso le Leghe di riferimento.

Per questa prima fase la FIGC ha stanziato un importo complessivo di circa 10 milioni di euro che saranno distribuiti secondo precise indicazioni pubblicate con regolamenti ad hoc (calcio giovanile), secondo il rispetto delle norme e lo svolgimento dell’attività di promozione (calcio femminile), con la presentazione di progetti compartecipati (ammodernamento degli impianti).

Con riferimento alla necessità di ammodernamento delle infrastrutture del calcio italiano, Gravina, nel rendicontare i consiglieri sull’andamento della riunione del Consiglio della Divisione Calcio femminile di mercoledì scorso, ha rinnovato l’impegno assunto per la costruzione di centri di allenamento, centrali per lo sviluppo dell’attività di calcio femminile, attraverso l’istituzione di un fondo ad hoc.