Con la doppietta contro Saint Kitts and Nevis Sinclair diventa la miglior marcatrice della storia superando il record di Abby Wambach

Il 29 gennaio 2020 è una data storica per tutto il calcio femminile e difficile da dimenticare, soprattutto per Christine Sinclair. Il capitano della nazionale canadese, infatti, con una doppietta contro Saint Kitts and Nevis sale a quota 185 gol con la maglia del Canada, superando il record di gol internazionale (a livello femminile e maschile) detenuto da Abby Wambach.

Nella vittoria per 11-0 contro Saint Kitts and Nevis, l’attaccante classe ’83 impiega solo 23 minuti per eguagliare prima (con un rigore al minuto 7) e superare poi il record di Wambach. Sinclair raggiunge questo storico traguardo alla sua presenza 290 in nazionale.

Era il 2000 quando una 16enne Christine Sinclair esordiva in nazionale e, il 14 marzo 2000, alla sua seconda presenza, nella sconfitta per 2-1 contro la Norvegia alla Algarve Cup, segnava quello che sarebbe diventato solo il primo di una lunga serie.

“Quando sono arrivata in nazionale per la prima volta, avevo l’obiettivo, il sogno e l’aspirazione di superare il record di Mia Hamm” ha detto Sinclair. Il 14 febbraio 2016, nella vittoria per 6-0 contro Trinidad and Tobago, con il suo gol 159, l’attaccante di Burnaby ha effettivamente superato il numero di gol della numero 9 americana, diventando la seconda top scorer di sempre dietro ad Abby Wambach.

Sinclair ha battuto il record di Wambach che durava dal 20 giugno 2013, dopo 6 anni e 222 giorni. L’attaccante di Rochester, si era ritirata nel 2015, dopo aver superato il record di Hamm ed aver stabilito il nuovo record con 184 gol in 256 presenze. La stessa Wambach si è congratulata sui social con l’attaccante canadese: “Storia è fatta. La tua vittoria è la nostra vittoria. Noi festeggiamo con te”.

“Non avrei mai immaginato di raggiungere la cifra a cui sono arrivata” sono state le parole di Sinclair dopo aver battuto il record.

“Spero di essere stata un esempio per gli altri” ha continuato la candese “Spero di poter mostrare, soprattutto ai bambini più piccoli, cosa è possibile fare quando sogni cose folli e ti metti al lavoro per realizzarli. Ma soprattutto cerco di esser una buona canadese giorno dopo giorno”.

Anche la Nike ha deciso di celebrare il record di Sinclair con una special-edition PhantomVNM. La scarpa presenta dei dettagli personali di Sinclair: il suo numero di maglia, i due soprannomi “Sinc” e “Wonder”, la bandiera canadese, date significative e coordinate geografiche della carriera dell’attaccante e una citazione del suo allenatore al college (“Farai meglio a guadagnarti il diritto di giocare”). Vista dall’alto, la scarpa, rossa, rivela un contorno ispirato alla forma della foglia d’acero, simbolo canadese.

Sono passati 20 anni dall’esordio di Sinclair sulla scena internazionale e a quasi 37 anni (li compirà il 12 giugno) la calciatrice canadese dello scorso decennio non sembra avere nessuna intenzione di smettere. Che sia lei la prima, tra calciatori e calciatrici, a sfondare il muro dei 200 gol internazionali?

Martina Pozzoli