Calciatrici e calciatori della Nazionale australiana riceveranno lo stesso trattamento economico dalla Federazione per la prima volta nella storia.

Accordo storico tra la Football Federation Australia, federazione australiana, e la Professional Footballers Association, sindacato dei calciatori. Le due parti hanno annunciato una nuova modalità salariale innovativa che entrerà in atto entro la fine della settimana.

Grazie al nuovo contratto, le Matildas, la nazionale femminile australiana, diventerà la prima selezione a godere di pari quote nelle entrate commerciali rispetto ai colleghi uomini. Le due selezioni divideranno il 40% delle entrate commerciali e del montepremi generati dalle due squadre. Le entrate saranno uguali, nonostante sia la squadra maschile a generarne la maggior parte. I rappresentati uomini della Professional Footballes Association si sono prodigati per raggiungere l’equità salariale, che permetterà alle giocatrici delle Matidals di concentrarsi solo sul calcio.

Nel corso del 2019 era già stato annunciato dalla Federazione australiana l’aumento del salario minimo per una giocatrice di W-League (16,3 mila dollari) per le 14 settimane di stagione regolare. Sam Kerr (in copertina) è la prima calciatrice australiana a guadagnare un milione di dollari tra ricavi salariali e sponsorizzazioni.