Eniola Aluko è l’ultima calciatrice in ordine di tempo ad aver aderito a Common Goal, donando l’1% del proprio stipendio a scopi benefici

Eniola Aluko è diventata l’ultima giocatrice in ordine di tempo ad entrare in Common Goal. A darle il benvenuto all’interno del movimento è stato Eric Cantona durante il Web Summit a Lisbona.

L’attaccante della Juventus diventa così la 135esima persona tra calciatori, calciatrici e allenatori a aderire a Common Goal, l’associazione benefica fondata dal calciatore spagnolo Juan Mata che chiede ai giocatori di devolvere l’1% del proprio stipendio ad organizzazioni non governative.

I fondi così raccolti vengono distribuiti da StreetFootballWorld, una rete di circa 130 ONG che operano in 85 paesi e sono focalizzate sull’uso del calcio per affrontate questioni sociali.

“Nel calcio non possiamo ottenere niente da soli e lo stesso vale per i cambiamenti sociali: è un gioco di squadra” ha detto Aluko “Solo insieme possiamo cambiare il mondo”.

“Ho sempre sentito il bisogno di usare la mia voce” ha aggiunto l’ex Chelsea, che è anche una conduttrice televisiva, giornalista e difensore dell’uguaglianza “Il razzismo mi ha toccato personalmente, come è successo a molti altri atleti. Voglio usare la mia per risolvere questo problema nel calcio e nella società, perché se con Common Goal affrontiamo qualcosa nel mondo del calcio avrà effetto anche sulla società”.

Aluko non è l’unica bianconera a far parte di Common Goal. Giorgio Chiellini, infatti, aveva aderito all’iniziativa poco dopo che era stata lanciata. Il capitano della Juventus, nel dare il benvenuto all’attaccante inglese ha dichiarato: “Il nostro contributo individualmente può sembrare piccolo a confronto con i problemi che il mondo deve affrontare. Ma penso che insieme possiamo realmente aiutare le giovani generazioni di calciatori/calciatrici a capire di che cosa ha bisogno il mondo”.

Aluko non è la prima calciatrice a far parte di Common Goal: in precedenza hanno aderito all’iniziativa anche altre calciatrici di livello internazionale quali Alex Morgan, Megan Rapinoe, Magdalena Eriksson e Pernille Harder e 15 giocatrici della nazionale canadese. Tra queste ultime ci sono il capitano Christine Sinclair e la 18enne Jordyn Huitama, la più giovane calciatrice ad aver aderito. Fa parte di Common Goal anche un’italiana, Martina Piemonte.

Martina Pozzoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *