L’emozione dell’ultimo Mondiale in Francia con la splendida cavalcata delle Azzurre di Milena Bertolini, fermate ai quarti di finale dalla ben più attrezzata Olanda, è ancora negli occhi. Archiviata la parentesi estiva delle Nazionali, ora il calcio femminile torna alla ribalta, con la nuova edizione della Women’s Champions League.

Per le due squadre italiane iscritte, il sorteggio avvenuto a Nyon, in Svizzera, lo scorso 21 agosto non è stato dei più favorevoli. Ai sedicesimi di finale Juventus e Fiorentina si trovano infatti ad affrontare due top club europei, che da diversi anni hanno iniziato a investire con forza e determinazione nel calcio femminile.

Fonte: Wikimedia Autore: Steffen Prößdorf Licenza: CC BY-SA 4.0

I primi match per le squadre italiane sono stati Juventus-Barcellona e Fiorentina-Arsenal e Sky detiene i diritti così come per la Serie A femminile, eventi che saranno seguitissimi. Di sicuro le nostre ragazze venderanno cara la pelle, così come Juventus, Napoli, Inter e Atalanta, impegnate nella Champions League maschile, che dal 17 Settembre daranno battaglia per il più ambito trofeo d’Europa.

VERSO VIENNA – La corsa alla finalissima, che si terrà allo stadio “Viola Park” di Vienna il prossimo 24 maggio, si annuncia quindi decisamente in salita. Dopo il match d’andata perso 2 a 0, le campionesse d’Italia, le bianconere guidate in panchina da Rita Guarino dovranno vincere con uno scarto maggiore a Barcellona, che ha un obiettivo chiaro: vendicare la sconfitta della scorsa stagione quando persero la finale contro le francesi del Lione. Una partita senza storia, quella dello scorso maggio a Budapest, terminata con un eloquente risultato di 4-1, grazie in particolare alla tripletta realizzata da Ada Hegerberg, giocatrice fondamentale per le strategie di mister Reynald Pedros che ha abbandonato la guida di una squadra capace di vincere sei titoli europei in dieci anni, di cui quattro consecutivi. Le campionesse francesi sono adesso allenate da Jean-Luc Vasseur.

Olympique Lyonnais feiert den erneuten Titel; Jubel, celebration

SCOGLIO ARSENAL – Se Torino piange, Firenze non ride. Sul cammino delle ragazze di mister Antonio Cincotta è arrivato l’Arsenal forte del recente rinnovo della scozzese Kim Little, una tra le numero dieci più talentuose del Continente. Sarà quasi impossibile per le Viola ribaltare il 4 a 0 subito in casa dallo storico club della zona nord di Londra. Le “Gunners” sono le giocatrici più titolate di tutto il calcio femminile d’Oltremanica. Dalla fondazione del 1987, l’Arsenal Women Football Club si è assicurato oltre una quarantina di trofei, tra campionati e coppe. In bacheca le inglesi contano anche una vittoria continentale, nel 2006-2007, all’interno di quella che all’epoca era chiamata UEFA Women’s Cup.

KOSOVO E ALBANIA AL DEBUTTO – Tra le altre sfide da seguire, impossibile non citare il Lione, anche quest’anno iper favorite, le prime vittime sacrificali sono le russe del Ryazan. Inizio abbordabile, sulla carta, anche per altre tre squadre: le spagnole dell’Atletico Madrid incontreranno le serbe dell’ZFK Spartak, le danesi del Brondby sfideranno le svedesi del Pitea. Infine, le tedesche del Wolfsburg se la giocheranno contro il Mitrovica del Kosovo, Paese che debutta quest’anno nella competizione, al pari dell’Albania, con le atlete del Vllaznia che se la vedranno con le danesi del Fortuna Hjorring.

CHAMPIONS & SERIE A: SKY INVESTE – Se la Champions non bastasse, nel fine settimana è iniziato pure il campionato italiano. Anche qui, così come per quanto riguarda la Women’s Champions League, ci sarà la possibilità di seguire le gare più importanti della Serie A tramite i canali di Sky, impegnata in uno sforzo notevole per dare maggiore visibilità al calco femminile. La prima sfida di sabato sera ha visto la Juventus Women vincere per 2 a 1 sull’Empoli. La sfida tra le Giallorosse della Roma rinforzatesi dopo l’arrivo della bomber brasiliana Andressa e le rossonere del Milan allenate da Maurizio Ganz ha visto le seconde imporsi per 3 a 0. Invece il primo derby del campionato, Florentia-Fiorentina, ha visto le Viola imporsi per 4 a 2. Anche se in Europa la strada per affermarsi sembra ancora lunga, il campionato ha già visto protagoniste le migliori squadre della scorsa stagione che anche quest’anno non sembrano voler fare sconti a nessuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *