Le parole degli allenatori Rita Guarino e Lluis Cortes in conferenza stampa.

“Nella Uefa Womens Champion’s League servono i gironi, altrimenti le squadre con un ranking più basso sono condannate a realizzare l’impresa oppure non avranno l’opportunità di fare esperienza internazionale”.

È il commento a caldo di Rita Guarino, ct della Juventus al termine della gara di andata contro il Barcellona persa 0-2 allo stadio Giuseppe Moccagatta, sold out per l’appuntamento (5.662 spettatori).

Lluìs Cortés, allenatore del Barcellona, ha individuato proprio nella mancanza di esperienza il gap tra la Juventus e la sua squadra. “Quello delle bianconere è un team giovane, creato da poco, manca di esperienza in campo internazionale. Dovrà migliorare anche il livello del campionato italiano. In Spagna l’ingresso del Real Madrid ha fatto crescere la qualità di tutte le altre squadre”, ha detto Cortés.

Il rimpianto della ct bianconera è sul primo gol. “Peccato aver subito una rete del genere negli ultimi minuti del primo tempo. Tornare in campo, nella ripresa, sullo 0-0 ci avrebbe dato più forza”, ha commentato Rita Guarino, “la differenza tra noi e loro si vede nella maggiore padronanza del gioco, hanno quasi sempre il possesso di palla e tecnicamente sbagliano davvero poco. Sono comunque orgogliosa delle mie ragazze”.

“Il pubblico ha aiutato la squadra di casa, se ci fosse stato uno stadio da 10.000 posti sarebbe stato sold out comunque”, ha proseguito Cortés, “abbiamo trovato la Juventus che ci aspettavamo, una squadra molto organizzata in difesa. La gara di ritorno rimane aperta. Il nostro obiettivo? Provare a ridurre la distanza dal Lione”.

L’ultima battuta è sulla disputa dei diritti televisivi della Liga tra la Federazione calcio spagnola e la Lega. “È importante che la Liga si possa vedere non solo in Spagna ma anche all’estero. Speriamo che questa situazione si risolva velocemente e il calcio femminile arrivi nelle case del maggior numero di persone possibili. Grazie alla finale raggiunta da noi lo scorso anno in Champions League l’attenzione è cresciuta molto però non è ancora ai livelli che ci aspettiamo. Quello del Barca è un brand forte, conosciuto in ogni parte del mondo. Noi abbiamo comunque la nostra televisione che trasmette i nostri incontri”, ha concluso Cortés.

Tiziana Pikler