Nella giornata di ieri la Roma Femminile ha affrontato al Tre Fontane il Paris Saint-Germain per la seconda edizione del Trofeo Luisa Petrucci.

Il club francese ha avuto la meglio sulle gallorosse solo ai calci di rigore. I tempi regolamentari si erano conclusi sul punteggio di 2-2.

Sotto di due gol (doppietta di Huitema) la Roma è riuscita nel secondo tempo a rimontare la gara grazie alle reti di Annamaria Serturini e Agnese Bonfantini.

Dal dischetto fatale l’errore di Ciccotti che ha consegnato il trofeo nelle mani del PSG. Il punteggio finale è stato infatti di 5-7 per le transalpine.

Betty Bavagnoli ha mandato in campo una formazione iniziale inserendo tutte le nuove giocatrici. Un 4-3-3 con Pipitone in porta, linea difensiva formata da Erzen, Swaby, Di Criscio, Bartoli. A centrocampo Giugliano in cabina di regia supportata da Bernauer ed Hegerberg. In attacco il tridente Andressa, Thetstrup, Thomas.

Nel secondo tempo sono entrate Caesar, Pettenuzzo, Soffia, Greggi e la coppia gol Serturini-Bonfantini che ha raddrizzato il match portandolo fino ai calci di rigore.

A fine gara coach Bavagnoli commenta così la partita: “Ci tenevamo tanto a questo trofeo e alla partita anche per l’avversario che abbiamo incontrato. Avevo chiesto alle mie ragazze indipendentemente dal risultato una buona prestazione, siamo partite un po’ troppo timorose e non siamo subito andate ad aggredire. Abbiamo lasciato tanto l’iniziativa all’avversario, ma nel secondo tempo siamo riuscite a recuperare la partita. Nel contesto generale sono contenta perché c’è stata una reazione importante, anche se ci sono tante cose da migliorare, soprattutto in fase di costruzione. Dobbiamo essere più coraggiose”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *