Lucy Bronze ha vinto il premio UEFA Women’s Player of the Year superando Ada Hegerberg e Amandine Henry. Un podio formato tutto da calciatrici del Lione, squadra vincitrice della Women’s Champions League.
È la prima volta che un difensore riceve il premio UEFA che ogni anno viene assegnato da allenatori e giornalisti specializzati.

Il terzino detro del Lione e dell’Inghilterra ha dichiarato: “Sono felice ed incredula di aver vinto questo premio precedendo due giocatrici straordinarie che militano insieme a me nel Lione, due ragazze davvero fantastiche. Voglio ringraziare le Leonesse della nazionale inglese per l’estate straordinaria che abbiamo vissuto, non credo che senza di loro avrei vinto questo premio. Ringrazio anche il Lione, abbiamo vissuto una stagione fantastica centrando il triplete. Credo che tutti i componenti della squadra avrebbero potuto essere qui a ricevere il premio”.

Bronze, settima vincitrice diversa nei sette anni di storia del premio nonché primo difensore a conquistarlo, precede le compagne di squadra Ada Hegerberg e Amandine Henry nel sondaggio condotto tra allenatori e giornalisti specializzati. Bronze è una delle cinque vincitrici della UEFA Women’s Champions League presenti nella top ten. In quinta posizione c’è Pernille Harder, vincitrice del premio nel 2017/18.

Il premio UEFA Women’s Player of the Year spetta alle migliori giocatrici (di qualsiasi nazionalità) che abbiano rappresentato un club di una federazione UEFA nella scorsa stagione. Le giocatrici sono valutate in base alle prestazioni con il proprio club e la nazionale.

L’elenco delle tre candidate finali è selezionato da una giuria composta dagli allenatori delle 12 nazionali femminili con il ranking UEFA più alto, tra cui le nove squadre europee che hanno partecipato alla recente Coppa del Mondo FIFA femminile, e dagli allenatori degli otto club che hanno raggiunto i quarti di UEFA Women’s Champions League 2018/19. In giuria figurano anche 20 giornalisti specializzati in calcio femminile e selezionati dal gruppo ESM.

Gli allenatori e i giornalisti devono indicare tre giocatrici assegnando cinque punti, tre punti e un punto in ordine di preferenza. Il risultato finale si basa sul numero totale di voti raccolti. Gli allenatori non possono votare giocatrici della loro squadra.

Di seguito la classifica delle prime 10 posizioni

1 Lucy Bronze (Lione e Inghilterra) – 88 punti punti
2 Ada Hegerberg (Lione) – 56 punti
3 Amandine Henry (Lione e Francia) – 44 punti
4 Vivianne Miedema (Arsenal e Olanda) – 31 punti
5 Ellen White (Birmingham City, ora Manchester City e Inghilterra) – 22 punti
6 Pernille Harder (Wolfsburg e Danimarca) – 21 punti
7 Dzsenifer Marozsán (Lione e Germania) – 12 punti
8 Caroline Graham Hansen (Wolfsburg, ora Barcellona e Norvegia) – 10 punti
9 Lieke Martens (Barcellona e Olanda) – 9 punti
9 Wendie Renard (Lione e Francia) – 9 punti