Il perno del centrocampo del Lione e della nazionale francese Amandine Henry, assistita dall’agenzia 4Success, ha prolungato di tre anni il contratto di sponsorizzazione che la lega al brand americano.

Il recente Campionato del Mondo in Francia ha attirato una grande cornice di pubblico: si stima che circa un miliardo di spettatori abbiano seguito in tv la kermesse mondiale. Nonostante il cammino delle padrone di casa si sia interrotto soltanto ai quarti, contro le future campionesse degli USA, la nazionale transalpina ha conquistato il cuore della nazione.

Stella assoluta delle Blues è stata sicuramente Amandine Henry. Suo il gol nei supplementari, che ha permesso alla Francia di battere il Brasile agli ottavi. La centrocampista ventinovenne vanta un palmares di tutto rispetto. Cinque Champions League, 11 campionati francesi e 1 NWL a Portland. È la calciatrice francese più pagata e la più seguita sui social: oltre 400.000 followers totali tra Instagram, Facebook e Twitter. Recentemente è stata inserita dalla rivista Forbes al 19° posto nella classifica delle 40 donne più influenti in Francia.

Numeri che hanno permesso a Henry di prolungare il proprio contratto con la Nike fino al 2022. Non sono state rese note le cifre dell’accordo, ma sportbuzzbusiness.fr parla di uno dei contratti più remunerativi del calcio francese. Obiettivo della partnership è quello di trascendere il campo da calcio, per fare di Amandine un’ambasciatrice dello sport femminile in tutto il mondo.

Il calcio femminile è oramai un asset strategico di investimento fondamentale per il colosso di sportwear americano. La Nike ha fornito le divise ai due terzi delle nazionali partecipanti al mondiale francese e circa la metà delle calciatrici calzava scarpe a marchio Nike.

Un investimento ben ripagato. La maglia delle campionesse del mondo degli Usa è stata la maglia da calcio, maschile e femminile più venduta in una sola stagione, come dichiarato su twitter da Heidi Burgett, senior director for Global Communications .

Paolo Di Padua