Le atlete della Nazionale femminile di calcio sono state ricevute al Quirinale dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Il Capo dello Stato ha voluto rendere omaggio alle ragazze allenate da Milena Bertolini per l’ottimo cammino nel Mondiale.

Presenti all’incontro le calciatrici Sara Gama, Aurora Galli, Daniela Sabatino, Cristiana Girelli, Valentina Bergamaschi, Annamaria Serturini, Elisa Bartoli, Elena Linari, Chiara Marchitelli e Linda Tucceri.

All’evento erano presenti anche il numero 1 del Coni Giovanni Malagò, il presidente della FIGC Gabriele Gravina e la CT Milena Bertolini.

“Ho chiesto di incontravi per farvi i complimenti e ringraziarvi – ha detto Mattarella davanti alle calciatrici al Quirinale – non solo per i risultati importanti che avete raggiunto e per il bel gioco espresso, ma perché siete state un momento di aggregazione per il Paese, che ne ha bisogno”.

Prima di posare per le foto di rito, il presidente della Repubblica ha ricevuto in dono una maglia personalizzata e un pallone del Mondiale firmato da tutta la squadra: “Il vostro Mondiale – ha sottolineato – lo avete vinto conquistando l’opinione pubblica e accendendo i riflettori sul calcio femminile. Avete spinto moltissime bambine a frequentare il mondo del calcio. E’ inaccettabile una diversa condizione tra calcio maschile e femminile, che ha dimostrato di avere un livello tecnico di grande qualità e minor ricorso a simulazioni o a tutto quello che può essere utile ma è meno sportivo”.

Il capitano della nazionale Sara Gama ha letto l’articolo 3 della Costituzione per rimarcare come anche nel Calcio uomini e donne debbano avere una pari dignità sociale: “Gli italiani e le italiane si sono innamorati di noi e di quell’amore ci siamo nutrite ogni giorno. Siamo partite per questo Mondiale con la voglia di far conoscere il nostro sport, ci siamo riuscite”.