I compensi delle giocatrici aumenteranno fino al raggiungimento della parità. Miedema “Speriamo possa aprire le porte alle giocatrici del futuro”

A pochi giorni dall’inizio del mondiale, la nazionale femminile olandese ha raggiunto un importante accordo con la KNVB, la Federcalcio olandese, per ridurre il divario salariale tra calciatori e calciatrici della nazionale, fino ad arrivare alla parità.

L’annuncio è arrivato lunedì 3 giugno direttamente sul sito ufficiale della federazione. L’accordo prevede un graduale aumento del compenso delle giocatrici fino ad arrivare alla parità salariale tra uomini e donne nel 2023.
A proposito dell’accordo, Jan Dirk van der Zee, direttore KNVB e responsabile per il calcio femminile, ha dichiarato: “Il KNVB vuole essere un esempio nello sviluppo sociale sulla strada di un pari apprezzamento per uomini e donne”.

“Siamo soddisfatte dei nuovi accordi” ha detto Vivianne Miedema in nome del consiglio delle giocatrici Oranje. “È davvero bello fare un passo in questa direzione”. L’attaccante dell’Arsenal guarda all’accordo non solo per l’importanza che ha per il gruppo attuale, ma soprattutto per le giocatrici del domani: “Speriamo che possa aprire le porte alle future giocatrici della nazionale, così come le generazioni precedenti hanno fatto per noi”

Negli ultimi anni, i risultati della nazionale maschile e di quella femminile sono stati in forte contrasto. Gli uomini hanno mancato la qualificazione sia agli Europei del 2016 sia ai Mondiali del 2018, mentre le OranjeLeeuwinnen, dopo essersi qualificate per la prima volta alla Coppa del Mondo nel 2015, hanno conquistato il loro primo Europeo nel 2017, in casa.

Martina Pozzoli