Con 3 vittorie su 3 la Francia guida il Girone A, seguita dalla Norvegia. Per la Nigeria ci sono ancora speranze di passare come una delle migliori terze.

Nessuna sorpresa nelle gare della terza giornata del girone A, dove Francia e Norvegia battono le rispettive avversarie, Nigeria e Corea del Sud.

A Rennes, Diacre sceglie di lasciare a riposo qualche big e la Francia fatica a trovare la porta. A cambiare la partita è il rigore assegnato con l’aiuto del VAR in favore delle padrone di casa, con la Nigeria che rimane in 10 per l’espulsione di Ebere (doppia ammonizione). Dal dischetto Renard calcia sul palo, ma il rigore viene ripetuto e la seconda volta non sbaglia.

Anche la partita tra Norvegia e Corea del Sud viene decisa dagli undici metri. Le scandinave, infatti, si impongono 2-1 con due reti dal dischetto, prima di Caroline Hansen, al 4’, e poi di Isabell Herlovsen al 50’. Proprio in occasione del fallo che ha portato al secondo rigore, Hansen si è fatta male ed è stata costretta a lasciare il campo. Sono quindi da valutare le condizioni della stella norvegese.  Al 78’ Mi Yeo accorcia le distanze per la Corea, che però non trova il gol del pareggio.

La Francia, dunque, chiude il girone con 9 punti, seguita dalla Norvegia a quota 6, dalla Nigeria ferma a 3 e dalla Corea rimasta a 0.

Il girone A interessa molto da vicino anche l’Italia. Infatti, la possibile avversaria delle Azzurre per gli ottavi potrebbe essere una tra Francia, Norvegia e Nigeria.

Le padrone di casa affronteranno una delle migliori terze, proveniente dal gruppo C, D o E. La Norvegia, invece, è in attesa di sapere il nome della squadra che si classificherà seconda nel gruppo C. La Nigeria, se si qualificasse come terza, incontrerebbe la Germania (già vincitrice del girone B) o la vincente del girone C.

Martina Pozzoli