Le campionesse europee in carica, numero 8 nel FIFA Women’s World Ranking, sono alla seconda partecipazione ad un Mondiale, dopo aver raggiunto gli ottavi di finale in Canada nel 2015.
Le Orange Lionesses hanno ottenuto il pass per i Mondiali in Francia, dopo essersi classificate seconde nel girone di qualificazione (alle spalle della Norvegia) ed aver vinto la finale dei play-off contro la Svizzera (battuta per 4-1).

Dopo il successo agli Europei 2017, sia per la conquista del titolo che per l’impatto mediatico ottenuto, le partite dell’Olanda sono molto seguite in patria e spesso gli stadi fanno segnare il tutto esaurito!

Se le Orange giocano al pieno delle proprie potenzialità rappresentano una delle squadre più temibili presenti a Francia 2019: nell’ultima amichevole del 1 Giugno, le Orange Lionesses hanno affrontato le Matildas, vincendo 3-0 (in gol Miedema e doppietta di Van De Sanden) contro una delle squadre candidate ad arrivare alle fasi finali di questo Mondiale.

La squadra allenata da Sarina Wiegman (vincitrice del The Best FIFA Women’s Coach 2017) ha una forte propensione offensiva grazie a giocatrici come Shanice van de Sanden (veloce ala destra del Lione), Lieke Martens (vincitrice del The Best FIFA Women’s Player 2017 che milita nel Barcellona) e Vivianne Miedema (neocampionessa del campionato inglese con l’Arsenal).

La squadra alterna il 4-2-3-1 al 4-3-3, con Martens, Van De Sanden e Miedema elementi imprescindibili (Beerensteyn la prima opzione dalla panchina). A supporto del trio di attacco, un centrocampo forte e tecnico composto solitamente dal capitano Sherida Spitse, Jackie Groenen (appena passata dal FFC Francoforte al Manchester United) e dalla talentuosa Daniëlle van de Donk, protagonista insieme a Miedema della conquista della FA Women’s Super League, da parte dell’Arsenal.

Dei vari reparti, la difesa è quello meno solido e forte fisicamente, soprattutto a causa dei numerosi infortuni di Stefanie van der Gragt.
Inoltre, l’infortunio alla mano di Kika van Es nell’amichevole contro l’Australia contribuisce a complicare la precarietà del reparto (è comunque stata convocata e probabilmente riuscirà a giocare con una protezione).

FASE A GIRONI

L’Olanda è inserita nel Gruppo E. Le altre squadre del Girone sono: Canada, Cameroon e Nuova Zelanda.
Le Orange Lionesses inizieranno il loro percorso a Francia2019 contro la Scozia, nel match del 9 Giugno allo Stade di Nizza.

Le partite della fase a gironi:

  • Nuova Zelanda – OLANDA (Martedì 11 giugno, ore 15 – Stade Océane, Le Havre)
  • OLANDA – Cameroon (Sabato 15 giugno, ore 15 – Stade du Hainaut, Valenciennes)
  • OLANDA – Canada (Giovedì 20 giugno, ore 18 – Stade Auguste-Delaune, Reims)

ROSTER

PORTIERI:
Sari van Veenendaal (Arsenal WFC), Loes Geurts (Kopparbergs/Göteborg FC), Lize Kop (Ajax)

DIFENSORI:
Desiree van Lunteren (SC Freiburg), Stefanie van der Gragt (FC Barcelona), Merel Van Dongen (Real Betis), Kika van Es (AFC Ajax), Anouk Dekker (Montpellier HSC), Danique Kerkdijk (Bristol City WFC), Dominique Bloodworth (VfL Wolfsburg), Liza van der Most (AFC Ajax)

CENTROCAMPISTE:
Victoria Pelova (AFC Ajax), Sherida Spitse (Vålerenga IF), Daniëlle van de Donk (Arsenal WFC), Jill Roord (Arsenal WFC), Jackie Groenen (Manchester United WFC), Inessa Kaagman (Everton LFC)

ATTACCANTI:
Shanice van de Sanden (Lione), Vivianne Miedema (Arsenal WFC), Lieke Martens (FC Barcelona), Renate Jansen (FC Twente), Ellen Jansen (AFC Ajax), Lineth Beerensteyn (FC Bayern München)
Allenatrice: Sarina Wiegman (NED)

LE STELLE
Lieke Martens – Attaccante – Classe 1992
E’ la calciatrice olandese più conosciuta al mondo, protagonista di numerosi spot Nike. Il 2017 è l’anno in cui si afferma a livello internazionale: passa dal Rosengård al Barcelona e si mette in mostra agli Europei, portando l’Olanda alla conquista del titolo. Questo le fa vincere il premio The Best FIFA Women’s Player 2017, davanti all’americana Carli Lloyd. Nel 2018 viene nominata al primo Pallone d’Oro femminile (vinto dalla norvegese Ada Hegerberg) classificandosi 11esima. Approda in finale di UEFA Women’s Champions League con il Barcelona (la prima per la squadra catalana) ma viene sconfitta per 4 – 1 dalle pluricampionesse in carica del Lione.

Vivianne Miedema – Attaccante – Classe 1996
Nonostante la giovane età, l’attaccante olandese vanta una grande esperienza a livello internazionale. Nella stagione 2016/17 segna 8 gol in UEFA Women’s Champions League, conquistando il titolo di capocannoniere, nonostante l’uscita del Bayern Monaco ai quarti di finale. Nell’estate 2017, dopo la conquista del titolo europeo, passa all’Arsenal dove in due anni guida la squadra a suon di gol, portando le Gunners alla conquista della FA WSL Cup 2017/18 e il FA WSL (2018/19). Nella stagione 2018/19 registra il record di gol in FA WSL: 21 gol in 20 presenze.

Shanice van de Sanden – Attaccante – Classe 1992
Grazie alle sue incursioni in velocità, l’esuberante ala offensiva rappresenta una delle giocatrici più letali della squadra olandese. Queste sue doti hanno contribuito anche alla vittoria delle ultime due UEFA Women’s Champions League del Lione, in particolare nella finale del 2017/18 quando con il suo ingresso ha servito i 3 assist che hanno portato alla vittoria finale delle francesi per 4-1 contro il Wolfsburg.

LA POSSIBILE RIVELAZIONE
Lineth Beerensteyn – Attaccante – Classe 1996
La giovane attaccante del Bayern Monaco si è fatta trovare pronta durante i play-off quando ha sostituito l’infortunata Miedema; sono suoi, infatti, tre dei quattro gol della partita contro la Danimarca.

Chiara Bottoni