Il Brasile ha partecipato a tutte le sette edizioni precedenti della Coppa del Mondo di calcio femminile. Il miglior risultato ottenuto fu il secondo posto contro la Germania al Mondiale di Cina 2007.

Le verdeoro stanno attraversando il periodo più difficile della loro storia calcistica recente. Il quarto posto all’Olimpiade casalinga di Rio 2016 ha deluso le aspettative, recando nelle giocatrici “storiche” un forte danno psicologico. L’unico risultato positivo è la vittoria della Copa America nell’Aprile 2018, tuttavia è necessario sottolineare il livello non eccelso della manifestazione. Le brasiliane arrivano al Mondiale con una sola vittoria nelle ultime undici partite, perdendo le ultime nove amichevoli consecutive.

Il C.T. Oswaldo Alvarez è stato declassato da tempo a mera figura rappresentativa, lasciando al nucleo storico le decisioni tecnico-tattiche. Questo ha generato scarsa organizzazione in campo, in particolare in fase difensiva. A questo si aggiunge una serie di infortuni precedenti alla manifestazione, che non consentirà ad alcune giocatrici (Bia Zaneratto e Cristiane) di affrontare al meglio gli impegni ravvicinati.

Lo schieramento più utilizzato dal Brasile è il 4-4-2. Il fulcro del gioco e calciatrice più rappresentativa è Marta, che agisce prevalentemente come seconda punta. Aline e Barbara si contendono la maglia da titolare in porta, mentre in difesa dovrebbero giocare Leticia Santos, Erika e Monica, con l’incognita sulla fascia sinistra. La difesa è indiscutibilmente il reparto di livello inferiore, dato che “dalla cintola in su” il Brasile è una squadra di Elite. La rossonera Thaisa e Formiga occupano i ruoli di centrocampiste centrale, caratterizzate da tanta qualità tecnica. Se Marta è certa del posto fisso, sugli esterni e nel ruolo di prima punta c’è altissima competizione.

La sorpresa della spedizione verdeoro potrebbe essere Geyse. L’attaccante classe 1998 ha segnato 49 reti in 27 gare con il Benfica, nella seconda liga portoghese. Nella amichevoli pre-mondiale è apparsa la calciatrice più in forma, garantendo velocità e dribbling in un Brasile dai ritmi bassi.

ROSTER

PORTIERI
Aline Reis (Granadilla Tenerife), Barbara (Kindermann), Leticia Izidoro (Corinthians)

DIFENSORI
Camila (Orlando Pride), Erika (Corinthians), Fabiana (Internacional), Kathellen Sousa (Bordeaux), Leticia Santos (SC Sand), Monica (Corinthians), Tamires (Fortuna Hjorring), Tayla (Benfica)

CENTROCAMPISTI
Luana (Hwacheon KSPO), Andressinha (Portland Thorns FC), Formiga (PSG), Thaisa (Milan)

ATTACCANTI
Andressa Alves (Barcellona), Bia Zaneratto (Incheon Red Angels), Cristiane (Sao Paulo), Debinha (North Carolina Courage), Geyse (Benfica), Ludmila (Atletico Madrid), Marta (Orlando Pride), Raquel (Sporting Huelva)

LE STELLE
Marta – Attaccante – Classe 1986
Andressinha – Centrocampista – Classe 1995

LA POSSIBILE RIVELAZIONE
Geyse – Attaccante – Classe 1998




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *