Decisiva ancora una volta Megan Rapinoe, che manda gli Usa in semifinale con una doppietta

Gli Stati Uniti volevano la rivincita per la sconfitta inflitta dalle francesi lo scorso 19 gennaio (3-1) e rivincita è stata.

La nazionale di Jill Ellis, infatti, si è imposta per 2-1 su Le Sommer e compagne.
A gelare l’entusiasmo di un Parco dei Principi tutto esaurito ci pensa due volte Megan Rapinoe. L’attaccante del Reign FC porta in vantaggio gli Usa dopo soli 5 minuti con un gol su cacio di punizione. Il gol per la doppietta personale arriva al 65, nel momento migliore delle francesi. Per lei è la seconda doppietta consecutiva dopo quella con la Spagna e il quinto gol in 4 gare.

Al 75’ Tobin Heath vede annullarsi per fuorigioco il gol che potrebbe chiudere definitivamente la partita.
Dal possibile 3-0 passano solo 6 minuti e arriva il 2-1 della Francia con un colpo di testa della solita Wendie Renard ma non basta per ribaltare il risultato.
Sarà, dunque, Inghilterra-Usa la prima semifinale, in programma il 2 luglio. Le due squadre si trovano nuovamente una di fronte all’altra a 3 mesi di distanza dall’ultima volta, terminata 2-2.
Il cammino della Francia, dunque, si ferma ai quarti, esattamene come 4 anni fa in Canada (eliminate dalla Germania). E si interrompe così anche il sogno di diventare la prima nazione a vincere nelle due edizioni consecutive la Coppa del Mondo maschile e femminile.

Questo risultato, con l’eliminazione della Francia, può aprire le porte delle Olimpiadi di Tokyo alle Azzurre.

Se le ragazze di Bertolini, infatti, approdassero in semifinale battendo l’Olanda risulterebbero tra le 3 squadre europee con il miglior piazzamento in questi mondiale, staccando uno storico pass olimpico.

FRANCIA-USA
5’ e 65’ Rapinoe (Usa), 81’ Renard (Francia)

Francia (4-2-3-1): Bouhaddi, Majri, Renard, Mbock, Torrent, Bussaglia, Henry, Le Sommer, Thiney, Diani,
Gauvin

Usa (4-3-3): Naeher, Dunn, Dahlkemper, Sauerbrunn, O’Hara, Mewis, Ertz, Lavelle, Rapinoe, Morgan, Heath

Martina Pozzoli