Entro fine mese potrebbe arrivare una riduzione della durata del vincolo sportivo. Ad annunciarlo il presidente dell’AIC Damiano Tommasi

Nelle prossime settimane verrà discusso a livello federale la questione del Vincolo Sportivo.

Il tema è stato trattato nell’Assemblea Generale dell’Associazione Calciatori che si è tenuta il 6 maggio scorso.

I rappresentanti del calcio femminile e i delegati regionali del Settore Dilettanti hanno discusso i temi da portare all’attenzione dell’Assemblea AIC, tra questi anche quello riguardante il vincolo sportivo.

“Siamo alla vigilia di un momento storico” – ha detto il Presidente dell’AIC Tommasi – “Sul tema del vincolo c’è la possibilità concreta di una modifica ed entro fine mese dovrebbero cambiare le norme, si dovrà stabilire la durata del vincolo che non potrà più essere 11 anni come oggi (dai 14 ai 25) ma dovrà essere migliorata. Siamo ottimisti sul fatto che quello che si andrà a decidere sarà positivo anche per le società e quindi per tutto il sistema”.

Presenti alla riunione i due capitani della Nazionale azzurra Giorgio Chiellini e Sara Gama “che uniscono due mondi apparentemente così lontani” – ha concluso Tommasi – “ma che in fondo sono parte di un unico grande movimento”.

Il vincolo sportivo, per quanto concerne il mondo dei dilettanti, è disciplinato dall’articolo 32 delle Norme Organizzative Interne della FIGC (NOIF). Esso è un legame che vincola il calciatore/rice a svolgere, dal 14° anno di età, la propria attività agonistica esclusivamente in favore della società con cui è tesserato/a, fino al compimento del 25° anno di età.

L’atleta ad oggi può svincolarsi solo nei seguenti casi:

  • raggiungimento di un accordo con la società (art. 108 noif);
  • sottoscrizione di un contratto da professionista (art. 113 noif
  • cambio di residenza (art. 111 noif )
  • mancata partecipazione ad almeno quattro gare ufficiali durante la stagione sportiva (art. 109 noif).

Per i professionisti invece è diverso. Un giovane dal 14° anno di età è soggetto al vincolo solo fino a 19 anni, ma può svincolarsi prima, qualora subentri un contratto di prestazione sportiva con la società.

Per le calciatrici può essere una vera e prorpia svolta, anche se il presidente Tommasi non ha parlato di abolizione del vincolo sportivo, bensì di una riduzione degli anni.

Giuseppe Berardi