Inizia con un ko l’Europeo per la Nazionale Under 17 battuta dall’Islanda. Per passare servono due vittorie e risultati favorevoli dagli altri campi

Ieri, allo stadio Giovanni Bui di San Giuliano Terme è cominciata con una sconfitta l’Élite Round della Nazionale Under 17. Le Azzurrine vengono superate per 1-2 dall’Islanda, in una partita condizionata dalle forti raffiche di vento.

A fine primo tempo, nel momento migliore della squadra di Grilli, infatti, le islandesi passano in vantaggio grazie a un cross di Olafsdottir Gros che a causa del vento prende una strana traiettoria che tradisce l’estremo difensore azzurro Beretta, infilandosi alle sue spalle.

Nella ripresa le Azzurrine trovano il pari grazie a un errore difensivo islandese: a porta vuota Giordano realizza l’1-1, dopo che Runarsdottir liscia completamente il pallone su un retropassaggio.

Nonostante il forcing azzurro finale, è l’Islanda a portare a casa i tre punti con un gol a due minuti dalla ’90: Benediktsdottir ruba palla a centrocampo e si invola verso la porta difesa da Beretta, iscrivendo il proprio nome nel tabellino delle marcatrici e fissando il risultato sull’1-2.

Dopo la prima giornata, le Azzurrine occupano l’ultimo posto del Gruppo 6 con zero punti. Al comando c’è, appunto, l’Islanda a punteggio pieno e a seguire Slovenia e Danimarca con un punto, frutto del pareggio per 1-1 tra le due squadre.

A fine partita il tecnico Nazzarena Grilli ha precisato che “non è certamente finita”.

Alla fase finale degli Europei si qualificano le vincitrici dei sette raggruppamenti e per le Azzurrine è ancora possibile chiudere il girone in testa, ma servono due vittorie e sperare in risultati favorevoli nelle altre gare.

Martina Pozzoli