Una sorprendente Polonia raggiunge la sua prima finale ad Algarve. Delusione invece per i Paesi Bassi di Lieke Martens, che si giocano l’undicesimo posto

Come ogni anno, in questo periodo si gioca l’Algarve Cup, torneo internazionale che prende il nome dalla regione del Portogallo in cui lo stesso si svolge.

Attualmente la formula prevede un totale di 12 squadre divise in 4 gruppi da 3. Terminate le sfide interne ai gironi, oggi si giocheranno tutte le finali per decretare la classifica finale della competizione, dal primo al dodicesimo posto.

Nella finale di oggi, a contendersi il titolo saranno Polonia e Norvegia. Le biancorosse hanno raggiunto la finale vincendo il gruppo B a punteggio pieno, grazie alle vittorie su Spagna e Olanda, rispettivamente per 3-0 e 1-0.

Anche le rossoblu hanno chiuso il girone con 2 successi in altrettante gare: si sono imposte per 2-1 sulla Danimarca e per 3-1 sulla Cina.

Per la Polonia è la prima finale nel torneo, a cui aveva partecipato solo nel 2008 e nel 2009, piazzandosi, in entrambi i casi, all’undicesimo posto.

La compagine norvegese, invece, va alla ricerca del quinto successo nella competizione portoghese: la Norvegia si aggiudicò la prima edizione nel 1994, ma non l’ha più vinta dal 1998.

A contendersi il gradino più basso del podio saranno Canada e Svezia. Inserite nel gruppo A, le nordamericane hanno chiuso al primo posto con 4 punti, frutto del pareggio a reti bianche contro l’Islanda e la vittoria per 1-0 sulla Scozia.

La nazionale scandinava, invece, dopo una netta vittoria per 4-1 sulla Svizzera, è stata battuta 2-1 dal Portogallo, ma ha comunque chiuso il gruppo D in prima posizione grazie a un maggior numero di gol e una migliore differenza reti.

Protagoniste della sfida per il quinto posto sono Scozia e Danimarca. Le scozzesi hanno chiuso il gruppo A al secondo posto grazie alla vittoria per 4-1 sull’Islanda. Anche le danesi hanno concluso il proprio girone, il gruppo C, con una sola vittoria, con il risultato di 1-0 sulla Cina.

Svizzera-Spagna è, invece, la gara per la settima posizione. Le elvetiche, inserite nel gruppo C, hanno chiuso con il bilancio di una sconfitta, quella contro la Svezia, e una vittoria, per 3-1 sul Portogallo.

Stesso bilancio per la Roja, inserita nel gruppo B: prima della sconfitta contro la Polonia, hanno battuto per 2-0 i Paesi Bassi.

Portogallo e Islanda si giocano il nono posto. La Selecção das Quinas, nonostante la sorprendente vittoria contro la Svezia, ha chiuso il gruppo D all’ultimo posto. La causa è stata il minor numero di gol segnati e una peggiore differenza reti. Nel gruppo A, invece, un solo punto conquistato dalle islandesi, contro il Canada.

La finale per l’undicesima posizione è, invece, tra Cina e Paesi Bassi. Per entrambe le squadre 2 sconfitte e 0 punti conquistati. Grande delusione per le campionesse d’Europa incarica, che non sono riuscite a segnare nemmeno un gol, nonostante in rosa ci siano attaccanti del livello di Lieke Martens e Vivienne Miedema.

Martina Pozzoli