Una finale da cardiopalma tra Sydney FC e Perth Glory che si è conclusa con l’indiscusso trionfo delle blues

Un Netstrata Jubilee Stadium vestito a festa per la finalissima della W – League disputatasi lo scorso sabato pomeriggio.

Una di fronte all’altra Sydney e Perth, che solo una settimana prima avevano meritatamente conquistato il pass per la finale battendo rispettivamente Brisbane Roar e Melbourne Victory.

Partita scoppiettante, che non ha mai lasciato un attimo di respiro ai tanti spettatori presenti, 6127 per la precisione. Già al secondo minuto infatti una scatenata Savannah McCaskill ha stampato il primo tiro della partita sulla traversa, dopo una straordinaria azione solitaria di Princess Ibini-Isei.

Non si è dovuto attendere molto per vedere il vantaggio delle blues, grazie ad un missile terra-aria partito dai piedi della talentuosa Sofia Huerta.

Un Perth Glory mai domo ha trovato a metà primo tempo il gol del pareggio con la sua stella Sam Kerr, fredda e cinica a battere Aubrey Bledsoe dal dischetto degli 11 metri.

Ma è proprio nel momento in cui tutti assaporavano già l’intervallo è salita in cattedra la ventiduenne americana numero 10, che da vero rapace d’area di rigore, dopo un movimento da manuale tecnico del gioco del calcio, ha anticipato di testa la sua diretta marcatrice portando in vantaggio le casacche celesti.

Vantaggio che si è fatto più ingente al 61° minuto, quando ancora McCaskill, ha gonfiato la rete con un guizzo in mischia nell’aria di rigore del Perth. Partita finita?!

Neanche per sogno: è infatti il difensore centrale Alyssa Mautz dopo soli 5 minuti a riaccendere le speranze per le viola con un aggancio di contro balzo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Tempo di mettere palla al centro che gli occhi degli spettatori sono stati nuovamente impreziositi dall’eurogol di Chloe Logarzo, un tiro a giro dal limite dell’area insaccatosi esattamente all’incrocio dei pali, che è valso letteralmente il prezzo del biglietto.

Sydney FC è stata trascinata per tutti i 90 minuti dalla stella americana McCaskill, un vero talento: 22 anni di esplosività fisica, tecnica sopraffina e fiuto del gol invidiabili.

Festa grande per le ragazze del Sydney FC, che dopo i titoli conquistati nel 2009 e nella stagione 2012-2013, impreziosisce la sua bacheca con questa grandissima cavalcata conclusasi con un trofeo meritato ampiamente durante una finale davvero bella da vedere e da vivere.

CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS

Federica Iannucci