La calciatrice americana Julia Ashley decide di iniziare la sua carriera da professionista al Linköpings FC, rifiutando gli Sky Blue FC

La giovanissima  studentessa dell’università di Verona (New Jersey) era stata scelta da Sky Blue FC durante la “college draft”, ovvero la selezione di calciatrici dei college statunitensi da parte dei club professionistici

Al momento di salutare la vita da universitaria ed entrare a gamba tesa nel calcio professionistico della National Women’s Soccer League, Julia si è ritrovata indecisa di fronte a due strade: il club statunitense Sky Blue da una parte e dall’altra il club svedese Linköpings FC.

Già in un primo momento, Ashley non si era detta ancora sicura riguardo all’eventualità di giocare negli Sky Blue. Se da un lato avrebbe significato giocare ancora nel New Jersey, proprio nella città limitrofa a quella in cui è cresciuta, dall’altro la cattiva fama della squadra non la invogliava di certo.

“Ho sentito cose negative. Le hanno sentite tutti”, ha commentato riguardo alla franchigia della NWSL. In effetti è ben noto che il club stia attraversando un momento difficile. D’altronde, Julia Ashley non è la prima a rifiutare e scegliere di giocare all’estero pur di evitare la squadra del New Jersey.

Le voci sul club devono essere proprio pessime, perché Ashley ha deciso di fuggire fin nella lontana e fredda Svezia. Si unirà dunque alla squadra Linköpings, che milita nella massima serie di campionato.

“Sarò felicissima e onorata di giocare per un’ottima squadra come la Linköpings FC. Non vedo l’ora di mettermi al lavoro, incontrare le compagne di saquadra e provare sulla mia pelle l’eccellenza della cultura calcistica svedese”, ha scritto Ashley su Twitter.

Martina Cappai