La settima giornata di Serie A propone sfide interessanti e alcune insidie per la lotta scudetto. Sulla carta la Juventus ha l’impegno più agevole in casa contro il Bari. Insidiose trasferte per Milan e Fiorentina contro Florentia e Verona.

Dopo la sosta per la nazionale riparte il campionato di serie A. E torna anche l’appuntamento con il FantaWomen. Non dimenticate di fare la formazione per la settima giornata: avete tempo fino alle 13.00 di oggi sabato 17 novembre!

Il campionato inizia ad entrare nel vivo, i punti diventano pesanti in vetta per la lotta al titolo e in coda per evitare la retrocessione. Nel terzetto di testa trasferte insidiose per Milan e Fiorentina, mentre la Juventus può sfruttare il calore del suo pubblico per ripartire dopo lo stop subito nell’ultima giornata ad opera del Milan. Roma a caccia di vittorie per rilanciarsi fra le mura amiche. Il Sassuolo vola in Friuli per continuare a sognare da grande.

Il Milan fa visita al Florentia. Rossonere sulle ali dell’entusiasmo dopo aver battuto la Juve nello scontro diretto nell’ultima di campionato. La squadra di Carolina Morace è oramai una realtà consolidata, determinata a rimanere in vetta. Le biancorosse dovranno dare il massimo per riuscire a strappare punti alla capolista. L’unico precedente fra le due squadre è di quest’estate: nell’amichevole di Vismara, il Milan si impose per 2-1. L’incontro di oggi sarà molto diverso. In palio ci sono 3 punti. Punti importanti per la corsa allo scudetto delle rossonere, ma anche per il Florentia, che vuole confermarsi come sorpresa del campionato. Non dovrebbero esserci indisponibili nelle due formazioni.

In casa bianconera, le ragazze di mister Guarino non perdono tempo a leccarsi le ferite dopo il ko con il Milan. È già tempo di rialzarsi e di lottare. Sulla strada della Juventus c’è la Pink Bari, che vuole provare a fare uno scherzetto alle bianconere. Sulla sponda barese si respira un cauto ottimismo, forti dei primi tre punti in campionato, ottenuti grazie alla vittoria contro il Verona. Novellino, Aprile e compagne sperano di strappare un pareggio alle campionesse d’Italia. Due vittorie per la Juve nella scorsa stagione: un rotondo 4-1 casalingo e un più sofferto 2-1 in quel di Bitetto. La Pink sembra essere una vittima assai gradita per Bonansea e Girelli. Entrambe sono andate a segno 4 volte contro le Pugliesi, anche se Cristiana vestiva la maglia del Brescia. Per le Biancorosse a segno Piro, in casa e a Vinovo. Non convocata per la sfida odierna Lianne Sanderson tra le fila juventine.

A Verona, le scaligere ospitano la Fiorentina, attualmente terza. I precedenti fra le due compagini sono in sostanziale equilibrio. Tuttavia lo scorso anno hanno sorriso di più le gialloblu: 1-1 fra le mura amiche e vittoria esterna per 2-1 del Verona a Firenze. Piccola curiosità i goal del Verona sono stati segnati da Kongouli e Kostova (ancora infortunata), che in questa stagione giocano a casacca invertita. Miglior marcatrice della sfida è il capitano gigliato Alia Guagni (6 reti). Stagione molto prolifica per l’esterno toscano, condita da 4 reti in 5 partite: una sorprendente confidenza con il goal! Per il Verona torna in attacco Laura Rus dopo la squalifica. La Fiorentina attende i goal delle sue attaccanti Clelland e Bonetti, a secco da due giornate e Ilaria Mauro, che non trova la via del goal dalla seconda giornata contro il Milan.

Dopo un avvio di stagione difficile, la Roma sembra finalmente aver trovato la sua identità. La sfida casalinga contro il Chievo potrebbe essere il definitivo trampolino di lancio verso le zone alte della classifica. In casa giallorossa si aspetta l’esplosione del trio delle meraviglie Serturini, Piemonte e Bonfantini, che fino a questo momento ha mostrato ad intermittenza il proprio potenziale. In casa clivense si è lavorato duramente per questa sfida, vissuta come una sorta di spareggio: le due squadre sono appaiate a 7 punti.

Altra sfida-crocevia per la stagione è quella tra Tavagnacco e Sassuolo. Le Friulane, dopo la splendida stagione dello scorso anno, sono un po’ attardate in classifica. Una vittoria potrebbe rilanciare le ambizioni delle gialloblu, che però devono fare i conti con i tanti infortuni: il portiere Piazza si è aggiunta alla lista delle infortunate Benedetti, Polli, Fracaros e Del Stabile. Il Sassuolo vorrà festeggiare la panchina d’oro vinta dal tecnico Piovani, consacrandosi quarta forza del campionato con una vittoria.

Chiude la settima giornata il derby bergamasco tra Orobica e Atalanta Mozzanica, posticipo domenicale in onda su Sky. L’Orobica occupa l’ultima posizione in classifica insieme al Bari ed è il peggior attacco del campionato con un solo goal al proprio attivo. Goal pesante, che è valso tre punti. Un indisponibile per parte in questo derby. In casa Orobica mancherà Alice Foti, infortunatasi ai legamenti del ginocchio contro la Roma. L’Atalanta dovrà fare a meno del suo allenatore, mister Ardito, squalificato per un turno.

Paolo Di Padua

Foto: Federica Scaroni – Lisa Guglielmi – L Football

2 Comments

Sfida a tre per il primo posto. Milan, Juventus e Fiorentina accendono la lotta scudetto

  1. Per una diretta di Sky del derby bergamasco forse un commento che non fossero le ultime righe sarebbe stato maggiormente accettabile. Addirittura NESSUNA informazione sull’Atalanta, se non quella (inutile) dell’assenza del mister? LFemminile mi aveva abituato ad articoli decisamente migliori e più articolati…

    1. Gent.mo sig. Rossi, non credo che la qualità di un articolo si possa basare solo sull’ultima parte di esso, ma mi creda, sono dispiaciuto che non l’abbia apprezzato.
      Le assicuro che non ho mai voluto privilegiare un incontro piuttosto che un altro: il mio compito era fare un riassunto della giornata e credo di aver trattato tutte le partite in modo equanime.
      Capisco anche il malcontento dei tifosi bergamaschi, che avrebbero voluto uno spazio più ampio dedicato a una partita per loro molto importante. Devo tuttavia far presente che quando è stato scritto l’articolo, non c’era tutta questa abbondanza di informazioni sulla partita in questione.
      Un’ultima cosa: la redazione mi segnala, che il derby di Bergamo è stato trattato in maniera più approfondita sul nostro canale Twitter.

      Cordialmente

      Paolo Di Padua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *