Si è concluso con la vittoria del Milan il tanto atteso big match della sesta giornata.

Allo stadio Franco Ossola di Varese, Milan e Juventus si sono affrontate per la testa della classifica e per lanciare un segnale forte al campionato. Il Milan dopo un primo tempo opaco, nella ripresa ha trovato il goal che ha sbloccato la gara, per poi dilagare sul 3-0.

Al fischio di inizio nessuna novità nella formazione del Milan, con Manuela Giugliano che torna titolare dopo il leggero infortunio.  Rita Guarino invece cambia nuovamente le sue pedine nello scacchiere bianconero. Ekroth a centrocampo con Girelli e Caruso e fuori Galli (influenzata) e Cernoia per scelta tecnica.

Nei primi minuti è la Juventus che crea qualche problema alla retroguardia del Milan, ma un’attenta Fusetti riesce a chiudere più volte sull’ultimo passaggio. Dall’altra parte le attaccanti rossonere Giacinti e Sabatino finiscono varie volte in fuorigioco.
Da segnalare nel primo tempo una traversa colpita da Glionna al 30° su un cross che finisce sulla parte alta del legno.  Sul finale di gioco pericolosa la Juventus con Bonansea ma non concretizza una buona occasione davanti al portiere avversario.

Nella ripresa entra Galli al posto di Caruso ed è proprio sui suoi piedi la palla goal più clamorosa. La centrocampista della Juventus colpisce il palo interno da ottima posizione sugli sviluppi di un cross dalla sinistra di Bonansea.

Al 48° sale in cattedra Thaisa Moreno che con un destro da fuori aria trova la porta e batte Giuliani. Secondo goal in stagione per la brasiliana e anche in questo caso, una rete decisiva che apre le porte al successo milanista.  Al 59° e al 65° il Milan chiude letteralmente la partita, prima con Giacinti servita in aria da Giugliano e poi con Sabatino che devia in porta un cross di Tucceri.

Sul goal di Giacinti è delizioso il sombrero di Giugliano su Boattin con assist vincente per l’attaccante.

Il Milan batte una diretta rivale in una gara dal sapore importante e si proietta da sola in testa alla classifica. Un inizio di stagione incredibile per la squadra rossonera che battendo prima la Fiorentina e poi la Juventus ha dato un segnale forte per la corsa al tricolore.

Dall’altra parte la Juventus ne esce un po’ ridimensionata. Dopo l’eliminazione in Champions e la sconfitta in Supercoppa per mano della Fiorentina, arriva un altro battuta d’arresto per le bianconere per mano di una big.

La stagione è ancora lunga e questo campionato si sta rilevando tra i più belli degli ultimi anni.