Lotta Schelin, una delle più forti giocatrici al mondo degli ultimi 20 anni, ha annunciato a Goteborg il suo ritiro dall’attività agonistica.

La calciatrice svedese Lotta Schelin ha annunciato il suo ritiro dal calcio giocato. I persistenti problemi al collo e i mal di testa cronici sono alla base della sua decisione.

La 34enne è una leggenda di questo sport. È l’atleta svedese ad aver segnato più gol con la maglia della nazionale, ben 88 reti in 185 gare. Nel 2016 è stata protagonista, con la Svezia della conquista della Medaglia d’Argento alle Olimpiadi di Rio. Con il Lione, squadra nella quale ha militato dal 2008 al 2016. ha vinto ben 3 UEFA Women’s Champoons League e 8 campionati francesi, segnando 138 gol in 143 partite. Negli anni in cui ha militato nel Goteborg (2001-2007) è andata in gol 123 volte in 92 apparizioni.

Lotta è stata un’attaccante favolosa riuscendo a segnare oltre 450 reti tra nazionale e club.

In una conferenza stampa a Goteborg la calciatrice svedese ha detto: “È stato un anno difficile” – ha esordito Schelin aggiungendo poi – “Il rischio è troppo grande per poter tornare a giocare”.

Schelin ha subito un infortunio lo scorso anno in una partita con l’FC Rosengard, causandole forti problemi al collo.

Lotta avrebbe voluta dare un amano alla sua nazionale per la qualificazione alla Coppa del Mondo in Francia, che sarebbe stato per lei, il quarto Mondiale, ma purtroppo si è dovuta arrendere.

Giuseppe Berardi