Il Brescia Calcio Femminile riparte dal Campionato Regionale Eccellenza con un progetto nuovo e la grinta di tante nuove giocatrici che non hanno resistito al fascino della grande piazza.

Lo scorso 12 giugno, dopo l’annuncio della cessione all’AC Milan del titolo sportivo per la partecipazione al campionato femminile nazionale di Serie A, il Brescia Calcio Femminile ha comunicato la volontà di ripartire da categorie inferiori per riportare, tra qualche anno, la squadra bresciana ai vertici dei campionati italiani.

È così che allora il BCF per l’anno 2018-2019 parteciperà al campionato regionale Eccellenza (ex “serie C”) e in funzione di questo si sta dando un gran da fare per l’allestimento della rosa: volti nuovi, volti ben conosciuti, volti di esperienza. Queste sembrano essere fin ora le caratteristiche che accomunano le giocatrici chiamate a far parte del nuovo Brescia, guidate il prossimo anno da Mister Alessandro Oro.

A difendere la porta troviamo una giovanissima promessa del calcio femminile, da due anni già sotto l’attenzione degli osservatori del Brescia: debutta nel calcio “delle grandi” Aurora Gilardi, classe 2004 per ben 1,75 mt di altezza, proveniente dalla juniores del Tabiago femminile. “Ho naturalmente tanto ancora da imparare e a Brescia so che troverò dei professionisti che mi aiuteranno in questo. Voglio contribuire a riportare il Brescia nelle categorie che merita”.

Appena fuori dall’area, troviamo la veterana Denise Brevi, ex Orobica, Inter e Cortefranca. Trentenne, sarà incaricata della guida della retroguardia, già ben consapevole del carico di responsabilità che le verrà affidato: “Trascinerò il gruppo e lo inciterò a non mollare mai […] Essere veterana significa essere un esempio per le altre”. Denise Brevi sarà affiancata da Laura Dolfini, 26enne, giocatrice del Cortefranca la passata stagione e con diverse esperienze in Serie B nazionale. Entusiasta dell’arrivo a Brescia, afferma: “Cercherò con tutte le mie qualità di essere sempre disponibile per tutta la squadra, dalle mie compagne all’allenatore”. Ultimo freschissimo annuncio che riguarda il settore difesa è Chiara Inverardi, classe 1997, terzino, ex leonessina che, dopo aver militato due anni in serie B e reduce da un anno sabbatico non ha saputo dire “no” alla chiamata del Brescia, grazie ai favolosi ricordi che porta grazie a questa maglia.

A centrocampo è di ritorno la 21enne Chiara Guerini: una vita nelle giovanili del Brescia, torna a smistare palloni dopo una stagione a Cortefranca a suo avviso poco esaltante. Tuttavia, l’eccitazione non manca: “Sarà un nuovo Brescia, più giovane e fresco, ma con la stessa grinta e la stessa voglia di vincere”. Sempre a centrocampo troviamo un’altra ex leonessa, Veronique Brayda, classe 1995 ed ex Primavera del Brescia con diverse presenze anche in Prima Squadra. Nelle scorse stagioni al Cortefranca, Veronique non vedeva l’ora di tornare a Brescia: “Non potevo certo lasciarmi sfuggire questa occasione, io qui ci ho lasciato il cuore”.

Le due centrocampiste saranno affiancate da Serena Magri, giovanissima centrocampista della Primavera del BCF che nonostante i corteggiamenti da parte di altre squadre, non è riuscita a dire addio a questo meraviglioso ambiente e che quindi, anche l’anno prossimo, per il 7° anno consecutivo, vestirà la maglia bianco azzurra. “Mi sono presa un po’ di tempo per riflettere […] ed infine ho deciso che volevo rimanere. Non volevo lasciare questa società dove mi sono sempre sentita “a casa” e che questa nuova situazione poteva essere, ancora, occasione di crescita”.

Per quanto riguarda l’attacco, il Brescia ha deciso di puntare sulla ex Leonessa Giulia Pezzotta (classe 1998) in prestito al Fiammamonza la scorsa stagione, ma che ha passato la sua giovinezza nelle giovanili del Brescia arrivando ad esordire in Prima Squadra e in Serie A. Proveniente da una stagione faticosa, la giocatrice non vuole creare false aspettative ma ha le idee chiare: “Spero di poter indossare quel pesantissimo numero 9 e di onorarlo come ha fatto in questi lunghi anni il mio idolo ‘Pippo’ gol, Daniela Sabatino”.

Altro gran colpo di mercato è Alessandra Zangari, che vanta nel suo curriculum calcistico le giovanili nel Verona, esperienze in B con il Mozzecane e la scorsa stagione al Mantova in serie C. E’ una giocatrice molto duttile: nasce come punta centrale ma può adattarsi al ruolo di attaccante esterno. Ciò che l’ha spinta verso il Brescia è il progetto della società: “Sarà un gruppo nuovo all’altezza del campionato che ci aspetta, capace di raggiungere grandi obiettivi”.

Questi finora i nomi in rosa svelati dalla società bresciana. Il BCF e le sue giocatrici non vedono l’ora di ricominciare a darsi da fare per tenere alto l’onore del suo nome: il Brescia ha fatto sognare centinaia di ragazzine con i suoi colori scrivendo la storia del calcio femminile in Italia, proprio quelle raagazzine che ora rispondono “sì” senza pensarci due volte davanti a una chiamata del genere. Forse è proprio vero, citando Venditti, che “certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi, e poi ritornano”, e per amore del Brescia e della maglia si riparte dal basso, per riconquistare titoli. Il supporto e i tifosi non mancano, perché si sa, il Brescia ha già conquistato il cuore di tutti.

Teniamoci pronti: la storia del Brescia continua.

Sofia Crugnola