Il Paris Saint-Germain ha vinto la Coppa di Francia in una finale che rimarrà nella storia del calcio francese per diversi episodi.

Il Paris Saint-Germain ha battuto per 1-0 le campionesse di Francia dell’Olympique Lyonnais grazie a un gol siglato dalla giovane promessa del calcio francese Katoto.

Questa gara resterà comunque negli annali della storia del calcio francese per diversi motivi. In primis l’interruzione di gioco di 72 minuti a casa di una tempesta di pioggia che si è abbattuta su Strasburgo. L’interruzione è avvenuta sul punteggio di 1-0 e gli organizzatori erano propensi al rinvio della gara, ma il fitto calendario degli impegni FIFA, non agevolava il compito di trovare una data alternativa.

Fatto sta che, trascorsi 45 minuti di interruzione, come da regolamento, le squadre potevano benissimo non rientrare in campo, per il troppo tempo di attesa e considerando anche che, il campo era abbastanza zuppo d’acqua. Le parigine hanno ripreso il riscaldamento mentre il Lione ha temporeggiato. Alla fine Renard e compagne hanno deciso di rientrare e continuare la partita.

Gara ripresa ma fortemente condizionata dal maltempo. Il Lione ha provato a spingere per recuperare lo svantaggio ma gli attacchi sono stati vani.
Al 93esimo minuto è accaduto un altro episodio che farà discutere.
Sugli sviluppi di un calcio d’angolo il Lione pareggia di testa con Hegerberg ma il gol viene annullato per un presunto fallo in attacco fischiato dall’arbitro prima che la palla entrasse in porta. Succede il finimondo con una serie di tafferugli anche sul terreno di gioco.

Da segnalare anche come nell’ultima partita di Laure Boulleau con il PSG, la calciatrice è rimasta in panchina per tutta la gara. Stessa sorte per Corine Petit e Camille Abily, nella loro ultima partita con il Lione, l’allenatore ha deciso di non concedere loro nemmeno un minuto.

Il calcio francese può comunque sorridere con il record di spettatori: 12.480 le persone che hanno assistito al match allo stadio Meinau.

Giuseppe Berardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *