Niente colpi di scena negli ultimi 90 minuti con il tricolore ancora da assegnare; in coda spareggio Bari-Ravenna per andare ai playout insieme al Sassuolo mentre la Res Roma raggiunge la salvezza diretta

Non è bastato un intero campionato a decretare la squadra Campione d’Italia e lo scudetto sarà assegnato nello spareggio tra le due dominatrici della Serie A: il Brescia e la Juventus. Le due compagini hanno concluso il torneo appaiate in vetta a quota 60 punti (frutto di 20 vittorie e 2 sconfitte ciascuna) e, secondo indiscrezioni che dovrebbero trovare conferma nelle prossime ore, si sfideranno sabato 19 maggio allo stadio “Alberto Picco” di La Spezia per l’assegnazione del titolo. Nessun ribaltone negli ultimi 90 minuti della regular-season, dunque, con le Rondinelle vittoriose a Verona contro l’AGSM con un tennistico 6-3 grazie ad un’autorete, alla marcatura di Sikora e alle doppiette di Sabatino e Giacinti (regina dei bomber con 21 reti), mentre le bianconere di Rita Guarino si sono sbarazzate senza troppi problemi del Tavagnacco con un rotondo 4-0 a Vinovo andando a segno con Cantore, Cernoia e due volte con Bonansea.

Finale-thrilling anche in fondo alla classifica con la Res Roma che raggiunge la matematica salvezza dopo l’1-1 casalingo contro il Ravenna Woman: capitoline in vantaggio al 96’ grazie ad una rete di Ciccotti, raggiunte al 97’ di Tucceri Cimini. Pareggio d’oro per le romagnole che agganciano a 16 punti il Pink Bari, vittorioso per 2-1 sul Sassuolo con un gol in pieno recupero di Novellino: sarà spareggio tra Ravenna e Bari con la perdente che raggiungerà in cadetteria il già retrocesso Empoli Ladies. La vincente, invece, si aggiungerà al Sassuolo nell’elenco delle squadre ai play-out, in attesa di conoscere le avversarie della successiva sfida per la permanenza in Serie A contro le perdenti delle gare tra Roma CF-Florentia e Pro San Bonifacio-Orobica Bergamo, vincitrici dei 4 gironi della Serie B.

Le 22 giornate in calendario non sono state sufficienti a definire tutti i verdetti di questa avvincente Serie A e ci aspetta un finale di stagione da brividi.

Nicolò Guandalini