Il ritorno del calcio femminile sulla RAI doveva essere una specie di festa, un evento atteso da molti anni da tanti appassionati, che non vedevano l’ora di poter gustare nuovamente le gesta delle loro eroine davanti allo schermo di una TV. La festa è stata in parte rovinata proprio da mamma RAI, che in occasione dell’incontro tra Brescia e Juventus, ha offerto un servizio un po’ “lacunoso”. Alle 12.30, orario in cui era prevista la diretta della partita, tanti tifosi al posto delle proprie beniamine, hanno trovato sui propri teleschermi i mondiali di sci in Norvegia. 


Sono state davvero tante le proteste sollevate sui social media e dalla stampa di settore per la mancata diretta e il ritardo di quasi 30 minuti con cui è andata in onda la partita. Il mondo del calcio femminile ha vissuto questo ritardo come l’ennesimo affronto, una nuova mancanza di rispetto verso uno sport che negli ultimi anni era stato relegato a un ruolo molto marginale. 

Maurizio Losa, vicepresidente RAI con delega ai palinsesti, dalle pagine del magazine “IO Donna” del Corriere della Sera, ha provato a chiudere questa delicata querelle. Non c’è stata nessuna mancanza di rispetto o scarsa considerazione nei confronti del calcio femminile. Purtroppo nel palinsesto sono state inserite due dirette consecutive e dato che la trasmissione della coppa di sci si è protratta oltre il tempo previsto, insieme alla Federazione è stata presa la decisione di annullare la diretta dell’incontro di calcio e di posticiparne la messa in onda. 

Nell’esprimere tutto il rammarico personale e dell’azienda RAI, Losa ha poi ribadito la ferma volontà di Rai Sport di puntare sul calcio femminile: “Abbiamo chiuso un accordo con la Federazione per trasmettere le restanti partite della serie A e crediamo fortemente che il calcio femminile abbia pari dignità non solo del calcio maschile, ma degli altri sport che trasmettiamo. Siamo fiduciosi per le prossime partite, perché da programmazione non dovrebbero esserci più due dirette forti ravvicinate”.

Per la RAI si presenta subito una buona occasione di riscatto: venerdì 8 dicembre alle 20.30 è prevista la diretta del big match di giornata tra Juventus e Fiorentina, in casa della Juventus. Sarà un banco di prova che Rai Sport non può più permettersi di fallire. 

Intanto arrivano ottime notizie dai dati auditel. Sempre “IO Donna” riporta un tweet di Paolo Lugiato, ex amministratore delegato della Unet Yamamay Busto Arsizio e grande sostenitore dello sport in rosa, che esulta per il numero degli spettatori. La gara tra Brescia e Juventus è stata seguita da circa 571.000 spettatori, un numero impressionante, considerato anche l’orario non proprio favorevole in cui è stato trasmesso l’incontro. Un dato che dovrebbe far riflettere, soprattutto se paragonato al numero di spettatori del match della Nazionale contro il Portogallo, trasmesso esclusivamente dal canale facebook della nazionale italiana, che ha totalizzato appena 3.000 visualizzazioni.

Paolo di Padua

Foto: Federica Scaroni