Oltre ai sorprendenti risultati e movimenti in classifica, la Settima Giornata della Serie A “I Dolci Sapori” è stata caratterizzata da ben dodici reti su ventuno realizzate da giocatrici Under 23. Ciò vuol dire che il 57% delle marcature proviene da giocatrici nate prima del 1994, sottolineando una profonda incisività delle giovani calciatrici in questa massima divisione.


Nonostante giochino in Serie A da varie stagioni, è sempre utile sottolineare che Aurora Galli e Lisa Boattin sono nate rispettivamente nel 1996 e 1997. In campo mostrano tutta la loro esperienza, come dimostrato nella dura trasferta di Brescia, in cui ha brillato anche Sanni Franssi, attaccante finlandese classe 1995. Franssi ha deliziato il pubblico del “Club Atleti Azzurri” con giocate di alta qualità tecnica, abbinata ad uno strapotere fisico di primissimo livello. Galli, Boattin e Franssi hanno realizzato tre delle quattro reti bianconere a Brescia, evidenziando la forza attuale e prospettiva della squadra di  Rita Guarino.

Oltre a Franssi, un altro talento estero sta conquistando l’attenzione degli addetti ai lavori italiani: Ellie Brazil, attaccante inglese della Fiorentina. Con il tap-in contro il Fimauto Valpolicella, Brazil ha siglato la sua terza rete stagionale, la seconda in Serie A dopo quella realizzata contro il Sassuolo. La giocatrice classe 1999 è arriva in estate dal Birmingham, con cui aveva esordito nella Women’s Super League. 

La giocatrice più giovane a segnare in questa Settima Giornata è stata Francesca Quazzico, difensore della Pink Bari classe 2001. A soli sedici anni, Quazzico è alla sua terza stagione con la Prima Squadra della società barese, avendo esordito in Serie A nell’annata 2015/2016. Contro la Res Roma ha realizzando la sua prima rete nella massima divisione, regalato la prima vittoria stagionale alla sua squadra. Quazzico fa parte della Nazionale Under 17 di Massimo Migliorini.

Una delle sorprese di questa stagione è il Tavagnacco, che occupa la terza posizione alle spalle di Juventus e Brescia. La squadra friulana è caratterizzata da un mix di giovani talenti e giocatrici esperte, oltre ad un’eccelsa Lana Clelland. In assenza dell’attaccante scozzese, il Tavagnacco ha conquistato la quinta vittoria grazie alle doppiette di Elisa Polli e Michela Catena. Entrambe si sono trasferite in Friuli in estate dalla Jesina. Polli è un attaccante classe 2000, mentre Catena ha un anno in più ed è una centrocampista col vizio del gol. Entrambe sono nel giro delle Nazionali giovanili.

Sempre dallo Jesina proviene Valeria Monterubbiano, attaccante ventunenne dell’AtalantaMozzanica. Prima rete con la maglia neroazzurra e subito decisiva nel 2-1 contro il Sassuolo. La scorsa stagione ha realizzato sette reti in venti gare, a Bergamo deve trovare ancora continuità per incidere, nella speranza che il primo gol sia un’iniezione di fiducia per lei. Nella stessa gara, il gol del momentaneo pareggio emiliano è stato realizzato da Elisabetta Oliviero, difensore classe 1997 ex Cuneo e della Nazionale Under 23. 

All’appello manca Caterina Bargi, attaccante dell’Empoli del 1995. Nella trasferta contro il Verona ha realizzato il suo terzo sigillo stagionale alla sua prima esperienza nella massima serie, essendosi accordata con il club toscano in estate dopo cento presenze con la maglia dell’Amicizia Lagaccio. 

Laura Brambilla

Foto: Juventus.com