È andata in archivio la prima giornata della nuova stagione 2017-18 di calcio femminile, Serie A I Dolci Sapori. Non è stata certamente una dolce giornata per le neopromosse: Pink Bari e Sassuolo sono state travolte al proprio domicilio rispettivamente da Brescia e UPC Tavagnacco; Il Valpolicella Chievo Verona è crollato a Roma, contro una Res Roma rimasti in 10 verso la fine del primo tempo e che ha concluso la partita in 9 donne. Unica neopromossa a sorridere è stata l’Empoli, che ha pareggiato in casa per 1-1, contro il Ravenna Women.


La prima rete di giornata è stata messa a segno dalla finlandese del Brescia Heroum al 13’ del primo tempo, sul campo di Bitetto nell’anticipo Pink Bari – Brescia. Partita finita poi 6-0 grazie alla doppietta di Bergamaschi e alla tripletta di Girelli, per la vittoria più larga di giornata. La rete più veloce è invece di Barbara Bonansea, che segna anche il primo goal nella storia della Juventus Women, quando sono trascorsi appena 5 giri di orologio dal fischio di inizio in Atalanta Mozzanica – Juventus: 0-3 il punteggio finale. Il gol più tradivo è quello siglato al 95’ da Danila Zazzera, per il pareggio della Fiorentina, 1-1 sul campo dell’AGSM Verona.

In totale sono 20 le reti segnate nella prima giornata di campionato: 6 sono di marca straniera. La scozzese del Tavagnacco, Lana Clelland, ha messo a segno tutte e 4 le reti con cui la squadra friulana ha battuto a domicilio il Sassuolo; le altre reti straniere portano la firma di Heroum(Brescia) e di Kongouli(Verona). Tre i rigori assegnati, due realizzati da Kongouli in Verona-Fiorentina e da Cristiana Girelli in Pink Bari – Brescia; rigore fallito dalla Juventus. Benedetta Glionna della Juventus, con i suoi 18 anni, è la marcatrice più giovane di questa serie A; Vanessa Nagni, al contrario, con i suoi 34 anni è la marcatrice più esperta. Capocannoniere con 4 reti è Lana Clelland, seguita a stretto giro da Cristiana Girelli a quota 3; doppiette per Valentina Bergamaschi, Vanessa Nagni e Barbara Bonansea.

Quattro le vittorie, di cui 3 esterne e tutte avvenute con un largo scarto: 3-0 Roma-Valpolicella; 0-3 Mozzanica – Juventus; 0-4 Sassuolo-Tavagnaco; 0-6 Bari-Brescia. Due i pareggi in Verona-Fiorentina e Empoli-Ravenna, concluse entrambe col punteggio di 1-1.  

Due infine le espulsioni comminate entrambe ai danni della Res Roma, una per tempo, la seconda per doppia ammonizione. La prima calciatrice a finire nel libro delle cattive è stata Alice Tortelli(Fiorentina) ammonita al 26’ del primo tempo. Sul taccuino degli arbitri sono finite anche Katarzyna Daleszczyk(Brescia), Irene Tombola(Valpolicella), Jenny Piro(Bari): tutte ammonite nel finale di partita.

Paolo Di Padua