Nella giornata di ieri è andato in scena il secondo atto della Serie A I Dolci Sapori. Si continua a segnare tanto: sono 24 le reti di giornata, 4 in più rispetto alla precedente, con una media di 4 goal a partita.


La sorpresa più grande arriva da Tavagnacco. La squadra friulana continua la sua corsa a suon di goal, sbarazzandosi con un agevole 5-2 dell’Atalanta Mozzanica. Questa volta però l’implacabile Lana Clelland ha messo a segno “solo” 3 reti e non il solito poker a cui ci aveva abituati nelle prime tre uscite ufficiali. Sono 15 le reti messe a segno in 4 gare ed è sempre più capocannoniera solitaria con 7 marcature. Paola Brumana scrive il suo nome nel taccuino dei goleador, mettendo a segno una doppietta. Per il Mozzanica a segno Alborghetti e un’autorete, ma le bergamasche mostrano preoccupanti lacune in fase difensiva. Soffre ma riesce a portare a casa la vittoria il Brescia contro il Sassuolo. Le Leonesse, forse sofferenti per le fatiche di coppa, stentano a proporre il loro solito gioco. Merito anche di un Sassuolo battagliero, molto più convincente rispetto alla prima uscita stagionale. Al vantaggio bresciano di Giacinti, risponde la ex Tarenzi, che ha colpito anche una traversa sullo 0-0. Ancora Giacinti a segno per il 2-1 finale. 

Resta imbattuta la difesa della Juventus Women. Dopo il 3-0 rifilato in casa del Mozzanica, questa volta le bianconere battono fra le mura amiche la Res Roma. Il punteggio finale è di 4-0. Un altro goal per la giovane e promettente Glionna, goal di Galli e doppietta di Boattin. Le giallorosse di mister Melillo resistono solo un tempo, ma crollano nella ripresa. Tornano alla vittoria le campionesse della Fiorentina Women. Le viola si impongono in casa per 2-1 sulla Pink Bari. Le gigliate in vantaggio per 2-0 grazie alle reti di Caccamo e Mauro, ma lasciano avvicinarsi pericolosamente il Bari nel finale con il gol di Soro e in pieno recupero rischiano la beffa del pareggio. 

Esordio casalingo amaro per il Ravenna Women, che perde in casa contro l’Agsm Verona. Le due compagini danno vita ad un match spettacolare, combattuto a viso aperto. Nel primo tempo, dopo un buon avvio del Verona, vantaggio ravennate con Pugnali. Il Ravenna spreca l’occasione del raddoppio e si va al riposo sull’uno a zero. Nel secondo tempo il Verona cambia marcia e in meno di 10 minuti ribalta la situazione con Nichele e Fishley. Un rigore generoso, concesso dall’arbitro, porta al pareggio giallorosso: Lemey è brava a neutralizzare il tiro di Pittaccio, ma nulla può contro la ribattuta vincente di Baldini. L’islandese Thorvaldsdottir, ben imbeccata da Lipman, regala la vittoria alle scaligere. 

Infine nello scontro tra neopromosse, Valpolicella Chievo Verona ed Empoli, a sorridere sono le venete grazie ai goal di Riboldi e Boni. 

A fine giornata in testa alla classifica troviamo il trittico composto da Tavagnacco, Brescia e Juventus. Le bianconere sono la miglior difesa, avendo mantenuta inviolata la propria porta; mentre le friulane con 9 reti sono il miglior attacco. Verona e Fiorentina restano in scia con 4 punti ciascuna. In fondo alla classifica troviamo Mozzanica, Sassuolo e Bari, uscite sconfitte in tutti e due gli incontri disputati.

Paolo di Padua

Foto: 
Mauro Vicario/Clelland
Reporter Zanardelli-BCF/Brescia CF
Giuseppe Berardi L Football/Boattin