Sarà il PalaKilgour di Ariccia il teatro della Supercoppa Italiana di calcio a 5 femminile 2017/2018, che si giocherà sabato 30 Ottobre alle ore 20:30 tra Montesilvano e Olimpus. Grazie all’ instancabile lavoro della Divisione Calcio a 5 e del suo Presidente Andrea Montemurro da ormai un anno, il Futsal femminile sta avendo sempre più visibilità e consensi. Dimostrazioni di questa crescita sono lìintroduzione del primo campionato di Serie A a girone unico e la trasmissione in diretta tv su Sportitalia (canale 61 del digitale terrestre) della Supercoppa per la prima volta nella sua storia. 

Riuscirà il Montesilvano a vincere la competizione per il secondo anno consecutivo, dopo la vittoria dello scorso anno ai danni della SS Lazio calcio a 5, oppure l’Olimpus, fresco vincitore di Coppa Italia e Scudetto, conquisterà il fatidico triplete, riportando a Roma il trofeo?

 Le due formazioni arrivano a questo importante appuntamento attraverso due percorsi chiaramente diversi. L’ Olimpus di mister Daniele D’Orto, regina indiscussa della passata stagione, durante il mercato estivo ha rivoluzionato  quasi l’intera rosa, riuscendo a mantenere in maglia blues le colonne portanti dei successi recenti, tra cui Leticia Martìn Cortès, Dayane Rocha, Cely Gayardo, Giulia Lisi e Sara Giustiniani. Tuttavia ha dovuto sopperire alle illustri partenze di Valentina Siclari, Ana Soldevilla Delgado e delle due stelle del panorama calcettistico carioca Lucileia Renner Minuzzo e Tatiane Debiasi Croceta (in arte “Tati & Lu”) che sono andate rispettivamente a rinforzare i roster di Lazio e Pescara. Le partite sono state sostituite dagli acquisti made in Italy di Roberta Maione, Serena Benvenuto, Arianna Pomposelli e Benedetta De Angelis (ormai pedine imprescindibili della Nazionale di Roberto Menichelli), accompagnate dal ritorno nell’elitè del futsal femminile dell’argentina Gimena Blanco e dalla new entry Sol Dominguez. Il gruppo di Daniele D’Orto si sta piano piano amalgamando al meglio e ha iniziato col piede giusto il suo cammino in campionato grazie al 3-0 rifilato in terra ciociara alla Bellator Ferentum nella prima giornata della Serie A. Nella Supercoppa l’Olympus vorrà di certo portare questo trofeo nella bacheca della società di Roma Nord per la prima volta nella sua storia. 



Dalla riva adriatica, il Montesilvano arriva a giocarsi questa finale dopo aver vinto largamente fa lo spareggio con il Breganze, che si è dovuto giocare a causa della rinuncia da parte del Sinnai, squadra che di diritto avrebbe dovuto sfidare l’Olimpus in Supercoppa in quanto seconda classificata della Coppa Italia 2016/2017. Il Montesilvano è una squadra che ha da sempre fatto del gruppo il suo principale cavallo di battaglia e che anche per questa stagione ha deciso di mantenere invariati più dei tre quarti della rosa. Alle partenze di Eliana Dalla Villa e Jessica Troiano si sono susseguiti i graditi ritorni del capitano della Nazionale italiana Ersilia D’Incecco (dopo una stagione passata nella capitale, sponda Lazio) e di Bruna Borges, talento cristallino di San Paolo, tornata a tutti gli effetti a disposizione del gruppo dopo la rottura del legamento crociato che l’ha costretta ai box per buona parte della scorsa stagione. Una formazione che ha cambiato poco o niente per quanto riguarda le sue pedine fondamentali, ma che in Estate ha dovuto fare a meno della presenza decennale in panchina di mister Francesca Salvatore, entrata nello staff del Club Italia come commissario tecnico della Nazionale rosa Under 17 e come secondo di Roberto Menichelli in Nazionale maggiore. Sulla panchina del Montesilvano verrà sostituita da Gianluca Marzuoli, guru del calcio a 5 abruzzese, alla sua prima esperienza nel calcio a 5 femminile. Il nuovo allenatore già mostrato sul campo spunti ed idee tecnico tattiche assolutamente conformi ed efficaci al panorama femminile, dimostrati dai risultati positivi nelle prime stagionali: prima nel 4-2 rifilato al Breganze il 17 Settembre e poi nel rotondo 5-0 di domenica scorsa contro la neo promossa Real Grisignano .

 Una sfida dunque aperta a qualsiasi risultato, due squadre completamente differenti fra loro, motivazioni per partita diverse ma forti in egual modo, la voglia di confermarsi contro quella di emergere, dettami tattici opposti, un asfissiante e coinvolgente manovra 4-0 quella delle abruzzesi, una pungente e verticale disposizione 3-1 quella delle romane. Non resta che prepararsi allo spettacolo, che sia sugli spalti del PalaKilgour o su una comoda poltrona di fronte ad un televisore sintonizzato su Sportitalia, ma finalmente con la possibilità offerta a tutti di godere davvero di una buona serata all’insegna del futsal nostrano.

Photo Credit: ASD Olimpus Roma

Federica Iannucci