In inghilterra il calcio femminile ha avuto un sviluppo sempre maggiore negli ultimi anni, sia in campo che sui media. La Football Association sta sviluppando una serie di progetti innovativi, come la creazione di una lega per sole calciatrici professioniste, per raggiungere l’obiettivo di raddoppiare le tesserate entro il 2020.

A livello di club, il campionato inglese ha fatto enormi passi in avanti. Negli ultimi mesi le migliori società hanno acquisito giocatrici di primo livello, come la stella americana Carli Lloyd da parte del Manchester City e la giovane campionessa d’Europa Vivianne Miedema dall’ Arsenal.Tutti i top team inglesi hanno una squadra femminile ad eccezione del Manchester United e del Southampton. I Red Devils hanno delle selezioni giovanili, mentre la Prima Squadra è stata abbandonata nel 2007.

La BBC ha messo in mostra questa mancanza del club di Manchester, riportando le parole delll’ex direttore commerciale Andy Anson, che era nel board dello United fino al 2007: “E’ una questione imbarazzante per loro. Il Manchester United deve assolutamente ripensarci: non ci sono scuse o argomentazioni per non avere una squadra femminile.” Anson ha ammesso una parte di colpa nella decisione di dieci anni fa: “Mi vergogno di dire che la decisione di chiudere la selezione fu presa quando ero nel consiglio amministrativo. ”

Dopo un decennio la situazione interna allo United e del calcio femminile inglese è fortemente cambiata, per questo motivo Anson ritiene necessario un cambio di rotta: “Capisco che possa essere complicato farlo accadere dal punto di vista logistico e commerciale, potrebbe essere una decisione impegnativa. Tuttavia il calcio femminile ha raggiunto un tale stadio della sua evoluzione, che lo United non può non essere coinvolto.”

Leggendo sui siti e blog inglesi, in particolare dei Red Devils, sempre più tifosi spingono per vedere al più presto il derby di Manchester tra United-City giocato da calciatrici. Sarebbe un ulteriore passo in avanti per il movimento inglese se la società con il fatturato maggiore dell’ Inghilterra investisse nel calcio femminile. Ad oggi non ci sono dichiarazioni ufficiali rilasciate da Old Trafford, però sembra difficile che un club così organizzato non riesca a notare i benefici e la crescita relativi a tale investimento.

Laura Brambilla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *