In questa sessione di mercato il Brescia ha modificato profondamente la propria rosa, investendo anche sul mercato internazionale. Sono quattro i nuovi volti provenienti dall’estero: Monica Mendes, difensore portoghese, e le centrocampiste Nora Heroum, finlandese, Katarzyna Daleszczyk e Aleksandra Sikora, entrambe di origine polacca.


Le quattro nuove Leonesse presentano una discreta esperienza internazionale, acquisita sia a livello di club che di nazionale. In particolare Aleksandra Sikora ha disputato quindici partite di UEFA Women’s Champions League, siglando ben quindici reti, incluse le partite di qualificazione. Sikora è una giocatrice eclettica classe 1991, la cui carriera è stata influenzata fortemente dallo studio. Molto giovane abbandona il club in cui è cresciuta, il Goleniow, per trasferirsi e studiare a Konin. Nella centrale città polacca inizia a giocare per il Medyk Konin, che disputava il campionato di seconda divisione. Gioca come attaccante, permettendo alla sua società di conquistare la massima serie polacca a suon di gol, in particolare con quattro triplette consecutive. Con la maglia del Medyk Konin vince quattro campionati polacchi e sei Supercoppe, conquistando nel 2011 la convocazione in nazionale polacca, di cui ne è capitano dal 2014. Nella scorsa edizione della UEFA Women’s Champions League, Sikora ha affrontato il Brescia nei sedicesimi di finale, segnando sia all’andata che al ritorno. 

Col passare delle stagioni, gli allenatori decidono di arretrarle la posizione, nonostante le sue doti da finalizzatrice. E’ in grado di disimpegnarsi su tutta la fascia, da terzino ad ala offensiva. Predilige la fascia destra, non disdegnando all’occorrenza l’utilizzo nella corsia sinistra. Percorre facilmente la lunghezza del campo più volte nel corso del match. Oltre a velocità resistente, è propria di ottimo cambio passo e accelerazione. Se impegnata come esterno offensivo, mostra buone doti di smarcamento e di attacco alla profondità, che le permettono di andare spesso a tu per tu col portiere. 

Fuori dal campo, Sikora insegnava calcio in una scuola di Konin. Ha ottenuto la qualifica di allenatore UEFA B, che in Italia potrebbe utilizzare nei settori giovanili della sua nuova società. 

Un post condiviso da Aleksandra Sikora Official (@olasikora5) in data:



Dalle foto postate sui social, sembra essersi ambientata molto bene nella realtà calcistica bresciana e nella nuova Regione, dove ha visito Brescia e Milano.


Laura Brambilla

Foto: http://aleksandrasikora.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *